Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Viso perfetto con le creme all in one

Le creme a effetto Photoshop

di
Pubblicato il: 02-09-2014

Alphabet creams: la rivoluzione continua. Dopo BB, CC e DD cream, arrivano i Blur. Un'innovativa tecnologia proveniente dall'America che promette risultati spettacolari.

Le creme a effetto Photoshop © Thinstock Sanihelp.it - BB, CC, DD. Le alphabet creams sono una delle più importanti innovazioni apparse sul mercato della cosmetica negli ultimi anni. Creme all in one che mixano skincare e make up, ma hanno caratteristiche differenti.

«La BB Cream (letteralmente blemish balm o beauty balm) ha inaugurato questo nuovo filone della cosmetica – dice il make up artist di Deborah Milano, Luca Mannucci - Un balsamo di bellezza multifunzionale che leviga l’epidermide, corregge e minimizza le imperfezioni, uniforma l’incarnato, idrata e nutre la pelle, protegge dalle radiazioni UV e dall’inquinamento».

La CC Cream va oltre: non si limita a uniformare il colorito, ma lo corregge per un risultato più omogeneo e luminoso. Il termine infatti significa color control o color correcting. Contiene piccole sfere di pigmento che, una volta applicate sulla pelle, si aprono rilasciando il colore nella base, che si fonde con l'incarnato. In più ha proprietà liftanti e antiage, grazie alla presenza di attivi specifici come acido ialuronico e vitamine A, C ed E.

«DD Cream è l’ulteriore evoluzione di questi prodotti di tendenza. Significa dynamic do all o daily defense. Un vero e proprio trattamento di bellezza che regala colore e uniformità a lunga tenuta, un incarnato omogeneo, coprenza impeccabile, estrema luminosità e levigatezza ma, soprattutto, è in grado di agire come efficace e potente antiage sulla pelle. Che, giorno dopo giorno, appare come ringiovanita grazie alle proprietà rigeneranti dei complessi d’avanguardia inseriti nelle formule.

Ha diverse modalità di applicazione, in base al risultato che si vuole ottenere. Applicandola con le dita e massaggiandola sul viso, l’effetto sarà estremamente naturale. Se, invece, desiderate un risultato più coprente, ma al tempo stesso fresco e luminoso, la stesura a pennello è l’ideale».

Gli ultimissimi arrivati sono i Blur. Creme leviganti correttrici istantanee, da applicare dopo la crema giorno per un effetto ringiovanente immediatamente visibile. Il Blur, dall’inglese sfuocato o appannato, agisce come un correttore ottico in grad,o di ridurre la visibilità delle imperfezioni sul viso.

Una tecnologia nata in USA, a base di polimeri leviganti all’interno di texture vellutate che diffondono la luce sulla pelle, per un effetto fotoritocco naturale. La tecnologia Blur liscia visibilmente la superficie cutanea con agenti che diffondono la luce e affinano la grana della pelle.

«Il risultato è immediato: a livello visivo i pori sono come cancellati, sfocati – dice Simone Belli, National make-up artist per L’Oréal Paris - Gli effetti sono spettacolari sia sulle pelli giovani, dove i pori risultano spariti, ma anche su quelle più mature, dove linee di espressione e rughe vengono attenuate».

Un Blur generico può essere applicato in maniera mirata o su tutto il viso, dopo una crema da giorno e come base prima del make-up, per preparare la pelle e uniformare la grana.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cartelle stampa prodotti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti