Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Declino delle performance cognitive e rischio ictus

di
Pubblicato il: 29-08-2014
Declino delle performance cognitive e rischio ictus © Thinstock Sanihelp.it - Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Canadian Medical Association Journal  le persone che sperimentano un calo nelle proprie abilità mentali sono più a rischio delle altre di avere un ictus.

Revisionando 18 studi sull’argomento è emerso che le persone con problemi di memoria e pensiero hanno il 39% di probabilità in più rispetto agli altri di avere un ictus.
Se per gli stessi pazienti si prende in considerazione la definizione di deterioramento cognitivo la probabilità di avere un ictus schizza al 60%: anche se fra i due fenomeni c’è una forte correlazione l’uno non è la causa dell’altro è viceversa.

Molto probabilmente non è la scarsa capacità mentale a causare l’ictus, ma forse i problemi di pensiero e memoria sono un segnale clinico precoce dei deterioramenti cardiocircolatori come ostruzione dei vasi cerebrali, restringimento delle arterie e infiammazione che determinano il verificarsi dell’ictus.
Problemi di pensiero e memoria, quindi, dovrebbero indurre ad esaminare molto attentamente l’eventuale compresenza di problemi circolatori per evitare il verificarsi di ictus. 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti