Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Meditare e sorridere con lo Yoga della Risata

di
Pubblicato il: 09-09-2014

La risata è la migliore medicina. Non c'è quindi da stupirsi del fatto che i benefici derivati dal ridere siano stati combinati con lo yoga per creare lo Yoga della Risata.

Meditare e sorridere con lo Yoga della Risata © Thinstock Sanihelp.it - Inaugurata nel 1995 dal dottor Madan Kataria, lo Yoga della Risata (YdR) combina il ridere con la respirazione yogica (nota come pranayama) e si basa su un assunto fondamentale: quando sorridi, il mondo sorride con te.

Infatti, oltre al divertimento, lo Yoga della Risata conta innumerevoli benefici per la salute fisica ed il benessere psicologico: stimolando l’emissione di onde cerebrali con una frequenza analoga a quelle emesse durante la meditazione, chi partecipa alle sessioni di questa disciplina riesce a pensare più chiaramente, ad essere più creativo e a mettere meglio a fuoco i propri obiettivi.

E non solo. Tra i benefici dell’esercizio di questa disciplina si contano:

la riduzione dei livelli di stress, di ansia o depressione, e quindi un maggior ottimismo e positività, dovuto principalmente al rilascio di endorfine e di serotonina (il cosiddetto ormone della felicità);

- il miglioramento della circolazione e della respirazione grazie a una maggiore ossigenazione dei tessuti e del cervello;  

- una migliore prevenzione contro le malattie e una guarigione più rapida da eventuali malesseri, grazie all’azione energizzante e rinvigorente che la YdR esercita sul corpo.  
 
Ma come si articola una seduta di Yoga della Risata?

La sessione inizia generalmente con un riscaldamento basato su esercizi di respirazione tipici dello Yoga, alternati al battito ritmico delle mani (che rinforza la percezione del gruppo e stimola l’energia) e al Gibberish (letteralmente ‘parlare senza senso’: pronunciando suoni e sillabe senza significato, ci si dedica al gioco del ridere senza alcun pensiero).   

La seduta quindi prosegue con la sperimentazione di diverse tipologie di risata, di cui ne riportiamo qualcuna tra quelle descritte sul sito italiano ufficiale di Yoga della Risata:

- la risata di cuore: si ride sollevando le braccia verso il cielo, con la testa leggermente inclinata all’indietro;

- la risata di benvenuto: ridere e salutare - unendo le mani secondo la tradizione indiana (Namaste) oppure dando la mano come si usa in Occidente - almeno quattro persone del gruppo;

- la risata Milk Shake: immaginare di tenere in entrambe le mani un bicchiere di latte o di caffè, e quindi di versare alternativamente il contenuto di ogni bicchiere nell’altro; l’esercizio deve essere accompagnato da vocalizzi e concludersi con una grande risata mentre si beve il contenuto dei bicchieri immaginari;

- la risata senza suono: spalancare la bocca e ridere senza produrre alcun suono, guardandosi negli occhi e facendo delle facce buffe;

- la risata del cellulare : immaginare di avere una conversazione al cellulare, muoversi nel gruppo e fare gesti divertenti.

Insomma, lo Yoga della Risata insegna come tenere alto lo spirito, una predisposizine d'animo fondamentale per gestire ogni tipo situazione senza perdere la concentrazione e la pazienza: una mentalità positiva infatti, permette di entrare in contatto più tranquillamente con la realtà di tutti i giorni, e di abbattere significativamente i livelli quotidiani di stress, causa del 70-80% delle malattie che colpiscono la moderna società Occidentale.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Sito italiano ufficiale dello Yoga della Risata

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti