Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Glaucoma: per ridurre i sintomi serve la dieta antiossidante

di
Pubblicato il: 12-09-2014
Glaucoma: per ridurre i sintomi serve la dieta antiossidante © Thinstock Sanihelp.it - Si definisce come glaucoma un raggruppamento di malattie avente come filo conduttore un danno progressivo al nervo ottico che, se non diagnosticato e trattato per tempo, può condurre all'ipovisione o alla cecità. Tale patologia si riscontra attraverso una misurazione della pressione oculare: fattori di rischio riconosciuti sono età, miopia, e gradi di parentela prossimi con chi ne soffre. La terapia consiste nell'adozione di speciali colliri appositi a base betabloccante, che riducono la produzione di umor acqueo: nei casi maggiormente gravi si può intervenire tramite chirurgia con laser.

In caso di familiarità, o di alto rischio riscontrato di insorgenza di glaucoma, esistono vari accorgimenti che possono prevenire o ritardare il problema: la sperimentazione comparsa di recente sulla rivista specializzata spagnola Archivios de la Sociedad Espanola de Oftalmologia, condotta dai ricercatori dell'Università di Valencia, va proprio in questa direzione. Secondo questo studio, assumere vino rosso in quantità modiche, cioccolato fondente, tè verde, caffè, fegato, salmone, noci, verdure a foglia verde o giallo-arancio, frutta fresca e latticini potrebbe ridurre i sintomi di questa grave patologia, di cui soffrono circa 55 milioni di persone in tutto il mondo stando alle statistiche recenti pubblicate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Tali sono le sostanze emerse dallo studio dei ricercatori spagnoli, che ha incrociato e confrontato i risultati di venti diverse sperimentazioni tutte riguardanti la possibile connessione tra questa patologia oculare e l'alimentazione. Ad una prima occhiata superficiale, questi alimenti sembrerebbero avere ben poco in comune: ciò nonostante, il filo conduttore che lega la maggior parte di essi è la presenza al loro interno di sostanze antiossidanti, in grado cioè di contrastare l'accumulo di radicali liberi nell'organismo. Nel caso di noci e salmone, tali sostanze sono i famosi omega-3, acidi grassi essenziali fondamentali per il mantenimento dell'integrità delle membrane cellulari.

Sì, ma cosa c'entrano allora il fegato ed i latticini, alimenti certo non famigerati per il loro contenuto di antiossidanti? In questo caso si ritiene che la presenza di retinolo, o vitamina B1, possa risultare decisiva per tenere a bada i sintomi del glaucoma, patologia tra l'altro salita ultimamente agli onori della cronaca poiché elencata tra quelle per cui la marijuana possiede effetti benefici comprovati. Occorre invece non esagerare né con caffeina, sostanza antiossidante ma che può provocare un aumento della pressione oculare, né con il vino rosso, il cui contenuto di resveratrolo, tra i più validi aiuti contro i radicali liberi, è controbilanciato da tutti gli effetti collaterali seguenti all'abuso di sostanze alcoliche.  


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ di Valencia, Archivios de la Sociedad Espanola de Oftalmologia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti