Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prima giornata mondiale dell'orticaria

Orticaria: come riconoscerla?

di
Pubblicato il: 30-09-2014

Si celebrerà domani, 1 ottobre, la prima Giornata mondiale dell'orticaria, una delle malattie dermatologiche più diffuse. Il punto sulla patologia e le iniziative di sensibilizzazione.

Orticaria: come riconoscerla? © Thinstock Sanihelp.it - Il primo ottobre si celebra la prima Giornata mondiale dell’orticaria, una delle patologie dermatologiche più diffuse. Nel nostro Paese l’evento è promosso da FederASMA e ALLERGIE Onlus. La campagna vuole aumentare la consapevolezza dell’orticaria tra i pazienti, gli specialisti, l’opinione pubblica, le istituzioni e la stampa.
 
L’orticaria si caratterizza per l’insorgenza di eruzioni cutanee con improvvisa comparsa di pomfi pruriginosi che si sviluppano su tutto il corpo o su una parte di esso e scompaiono generalmente entro poche ore. Il sintomo principale dell’orticaria è il prurito, che può essere accompagnato da sensazione di bruciore. L’orticaria viene definita acuta se si sviluppa improvvisamente e dura meno di sei settimane. La maggior parte dei casi dura 24-48 ore. Alcune persone soffrono di attacchi ricorrenti di orticaria acuta. L’orticaria si definisce cronica se invece dura a lungo: l’eruzione cutanea si sviluppa quasi tutti i giorni per almeno sei settimane e alcune persone hanno un rash cutaneo intermittente per mesi o, in casi più rari, per anni.
 
L’orticaria colpisce maggiormente le donne e i sintomi si manifestano in genere tra i 20 e i 40 anni, le sue cause sono eterogenee e non sempre identificabili. Si stima che il 20% della popolazione manifesterà almeno un episodio di orticaria nel corso della vita. «In tutti i casi – spiega il professor Antonio Cristaudo, Presidente eletto dell’Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani (ADOI) - è sempre importante rivolgersi a uno specialista: il dermatologo o l’allergologo sono le figure professionali in grado di identificare la patologia, valutarne l’entità e consigliare la terapia più adeguata».A Roma poi si terrà un vero e proprio social event, con protagonisti i ballerini Kledi Kadiu e Martina Nadalini, volti noti di Amici, in un coinvolgente momento di danza finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia. Durante lo spettacolo il pubblico partecipante potrà lasciare l’impronta della propria mano su una tela, a testimoniare la possibilità di sconfiggere l’orticaria con il solo tocco di una mano, attraverso, quindi, un gesto che unisca. Sarà proprio Kledi il primo testimonial a lasciare il segno della propria mano sul dipinto, utilizzando una vernice anallergica e lavabile.
 
«FederASMA e ALLERGIE Onlus è impegnata costantemente nel promuovere iniziative a tutela dei pazienti – spiega la Dottoressa Monica De Simone Presidente di FederASMA e ALLERGIE Onlus. Questa Giornata si inserisce a pieno titolo tra le nostre iniziative, volte a fornire importanti informazioni al paziente, divulgate attraverso il sito, le pubblicazioni, gli incontri pubblici di prevenzione, soprattutto nelle scuole, gli incontri di formazione rivolti al personale sanitario e anche grazie a manifestazioni mirate per sensibilizzare l’opinione pubblica»


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa Federasma e Allergie Onlus

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.67 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti