Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Formaggi grassi per diminuire il rischio di diabete?

di
Pubblicato il: 17-09-2014
Formaggi grassi per diminuire il rischio di diabete? © Thinstock Sanihelp.it - Contrariamente ai consigli di salute attuali che suggeriscono di abbandonare formaggi e prodotti caseari ad alto contenuto di grassi in favore di quelli a basso contenuto lipidico, uno studio afferma che otto porzioni giornaliere di grassi derivati da latte intero, panna, formaggio e burro, diminuiscono la probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2.

Lo studio, effettuato da un gruppo di ricercatori dello Lund University Diabetes Center di Malmö, in Svezia, ha coinvolto quasi 27.000 persone di età compresa tra i 45 ei 74 anni: ognuno dei partecipanti è stato seguito per quattordici anni, arco cronologico durante il quale quasi 3.000 persone hanno sviluppato il diabete di tipo 2.

I risultati della ricerca, presentati alla commissione scientifica dell'Associazione Europea per lo Studio del Diabete (EASD), hanno dimostrato che non sussiste alcun legame tra l’assunzione di prodotti caseari a basso contenuto lipidico e la riduzione nel rischio d’insorgenza del diabete, e che anzi i partecipanti che assumevano giornalmente otto porzioni di formaggi grassi, hanno ridotto del 23% la probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2.

E non solo: lo studio infatti ha evidenziato come la quotidiana assunzione di 80 grammi o più di carne, esponga a un aumento pari al 20% del rischio di insorgenza del diabete di tipo 2 rispetto a coloro i quali ne consumano poca o per niente.

«Il consumo di prodotti caseari – commenta il dottor Ulrika Ericson, autore dello studio – può essere considerato come parte integrante di una dieta sana, ma è altrettanto importante essere consapevoli della quantità di latte e di formaggi che si assume: questi tipi di alimenti infatti sono ricchi di calorie, e possono diventare causa di sovrappeso e quindi del rischio di insorgenza di diabete di tipo 2».

«Prima di cambiare le direttive vigenti saranno necessari ulteriori studi, fermo restando che, a nostro parere, il modo migliore per ridurre il rischio di insorgenza del diabete di tipo 2 è di mantenere un giusto peso tramite una costante attività fisica e una dieta povera di sale, grassi saturi e zuccheri, e ricca invece di frutta e verdura».
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
University Diabetes Center

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti