Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Come si mangia? Dipende anche dal posto al ristorante!

di
Pubblicato il: 21-10-2014

Le scelte alimentari che si effettuano quando si mangia al ristorante sono vincolate anche al particolare posto a sedere che si sceglie nel locale.

Come si mangia? Dipende anche dal posto al ristorante! © Thinstock

Sanihelp.it - La linea e la forma fisica dipendono sicuramente dalle scelte alimentari che si fanno, dalle porzioni che si servono, dal tipo e dalla quantità di attività fisica che si svolgono, ma dipendono anche da altri dettagli come per esempio il posto in cui si sceglie di sedersi quando si va a mangiare fuori al ristorante.

Chi deve perdere una quantità importante di peso, chi ha paura di ingrassare, chi è a dieta pensa che uscire a mangiare o i pranzi in famiglia possono essere un serio pericolo: ora il direttore dell’associazione non profit americana CornellFood and Brand Lab nel suo nuovo libro spiega come quello che si sceglie di mangiare dipende anche dal posto che si occupa nel locale prescelto per l’uscita.
Per arrivare a questa conclusione lo psicologo americano  ha visitato 27 ristoranti sparsi per gli USA e ha analizzato nel dettaglio come erano disposti i tavoli:  ha scelto un locale e per tre mesi ha analizzato le ricevute di pagamento degli avventori per sapere cosa avevano mangiato; sporadicamente ha fatto lo stesso anche con le ricevute degli altri 26 locali.

Da questo lavoro minuzioso è emerso che i clienti che si siedono abitualmente vicino alla porta di uscita ordinano quasi sempre il dessert e difficilmente un’insalata; quelli che si dispongono nei pressi del bar dove vengono esposti gli alcolici consumano in media tre birre o cocktail in più rispetto a chi si siede lontano dal bar.
I clienti che generalmente scelgono il posto vicino agli schermi tv ordinano con maggiore frequenza la frittura, mentre chi siede agli sgabelli del bancone di solito sceglie un’insalata e rinuncia al dessert: secondo lo psicologo americano questa consuetudine nelle  scelte alimentari dipende dall’illuminazione del posto a sedere che si sceglie.
Se il posto prescelto è poco luminoso le scelte alimentari che si fanno quando si ha il menù fra le mani sono poco oculate e salutari: è come se l’oscurità facesse sentire a riparo da occhi indiscreti e quindi ci si lascia andare ad ordinazioni che soddisfano il palato, ma non certo la linea.
Chi sceglie un posto luminoso e ben visibile agli altri avventori è più attento nell’ordinazione perché teme il giudizio di chi gli è accanto. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Slim By Design. Wansink B.

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.25 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti