Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Giornata della pasta: 2 italiani su 3 la fanno in casa

di
Pubblicato il: 28-10-2014

Sanihelp.it - Nell’ultimo anno due italiani su tre (65%) hanno preparato la pasta in casa per un totale di 27 milioni di persone: è quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Censis in riferimento al World Pasta Day che festeggia quest’anno il record storico del consumo di pasta italiana all’estero, dove sono cresciute del 3% le esportazioni che raggiungeranno a fine 2014 il massimo di sempre a ben oltre 2 miliardi di chili, sulla base di proiezioni Coldiretti sui primi 7 mesi dell’anno.

In Italia, in controtendenza con il calo generale dei consumi alimentari, dall’inizio della crisi si è verificato un aumento degli acquisti di materie prime di base, dalla farina alle uova che evidenzia il ritorno del fai da te casalingo che non si registrava dal dopoguerra.

Per la pasta, che il 45% dei cittadini ritiene essere il simbolo culinario dell’Italia secondo un sondaggio del sito www.coldiretti.it, si è di fronte a una specie di ritorno al passato. E quando non è possibile fare da soli si cerca nello scaffale il prodotto che richiama alla genuinità e alla tradizione, come dimostra la nascita di marchi che garantiscono l’origine italiana del grano impiegato al 100%.

La capacità di innovazione nella tradizione, insieme all’ottimo rapporto tra prezzo e qualità nutritive, rende la pasta uno dei prodotti più presenti sulle tavole delle famiglie, con ben 10 milioni di italiani che la consumano tutti i giorni, mentre la spesa in pasta e gnocchi è aumentata dell’1% nei primi 7 mesi del 2014 in controtendenza alla crisi, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ismea.

Il risultato è che il consumo per persona in Italia è pari a circa 26 kg all’anno, una quantità 3 volte superiore a quella di uno statunitense, di un greco o di un francese, 5 volte superiore a quella di un tedesco o di uno spagnolo e 16 volte superiore a quella di un giapponese.

Nel podio dei mangiatori di pasta si piazzano dietro all’Italia il Venezuela, con 13 chili all’anno a testa, e la Tunisia, con 12 chili all’anno pro capite. Nonostante si sia diffusa in questi Paesi una produzione locale, l’Italia con 3,4 milioni di tonnellate di prodotto resta leader a livello mondiale.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti