Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Non ci sono soldi? Taglio l'iscrizione in piscina

di
Pubblicato il: 03-11-2014

Sanihelp.it - Molte persone pur riconoscendo l’importanza dell’attività fisica per la salute e il benessere anche mentale, smettono di praticare se il costo legato all’attività prescelta è troppo alto per le loro tasche: lo studio condotto presso la Brunel University di Londra sottolinea l’importanza di sovvenzionare in qualche modo l’attività sportiva per migliorare la qualità generale della vita.

Lo studio condotto ha coinvolto 1683 persone: l’83% praticava regolarmente uno sport, ma un aumento intorno al 10% dell’iscrizione in piscina ha spinto il 29% del campione a lasciare l’attività: al di là dei numeri lo studio prova che purtroppo il costo eccessivo legato a determinate attività fisiche ne scoraggia la pratica: chi ama correre difficilmente desiste dal farlo perché non ci sono costi particolari legati con questo sport.

Tutti i governi, quindi, per incentivare le politiche della salute dovrebbero in qualche modo aiutare nel sostenere i costi legati alle attività sportive. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti