Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli italiani? Popolo di salutisti, ma non sanno di esserlo

di
Pubblicato il: 10-11-2014

Sanihelp.it - Gli italiani si confermano i primi della classe per buone abitudini alimentari. Secondo una ricerca promossa da Herbalife e condotta in 12 Paesi europei, il 47% dei connazionali mangia ogni giorno le 5 porzioni di frutta e verdura raccomandate. La percentuale più alta in Europa, che si attesta su una media ben più bassa del 28%.

La mancanza di tempo è il principale ostacolo alla dieta ricca di frutta e verdura, sia per gli italiani che per tutti gli altri Paesi: pranzi consumati fuori casa, magari davanti al computer, e cene cucinate in fretta al ritorno dal lavoro, non sempre riescono a garantire tutti gli elementi essenziali per una corretta nutrizione.

La percezione degli italiani rispetto al proprio peso è piuttosto severa: il 39% degli intervistati ritiene di essere in sovrappeso, in linea con quanto dichiarato dai cugini europei (40%). Un sovrappeso che però dichiarano di sapere come perdere nel modo migliore: il 70% individua nel binomio alimentazione sana e esercizio fisico la soluzione migliore per restringere il punto vita.

La ricerca ha rivelato però che più di un quarto degli italiani (26%) si è imbattuto, almeno una volta, in diete complicate e difficili da seguire.

Gli italiani sono un popolo di salutisti, ma non sanno di esserlo. Sebbene infatti solo il 54% (contro il 79% in Europa) ritenga di essere in salute, la ricerca ci racconta una realtà diversa: gli abitanti del Bel Paese sono quelli che hanno un’alimentazione più ricca di frutta e verdura e, se da una parte sono meno propensi a fare esercizio fisico tutti i giorni (19,% degli italiani contro il 26% degli europei) hanno comunque una vita attiva. Almeno una volta a settimana infatti il 70% si dedica all’esercizio fisico, esattamente quanto gli altri cittadini europei.

La percezione negativa che gli italiani hanno del proprio stato di salute si coniuga con il desiderio di larga parte degli intervistati (91,30%) di cambiare in meglio il proprio stile di vita. Un desiderio condiviso dall’85% dei cugini europei.

Il cambiamento è diventato concreto però solo per il 48% degli italiani, tra quelli che hanno tentato di modificare le proprie abitudini (78%). Tra chi invece non ce l’ha fatta, i fallimenti sono riconducibili a: poca forza di volontà e determinazione, mancanza di risorse economiche e mancanza di tempo.

La famiglia è per gli italiani, più che per tutti gli altri europei, il luogo dove si apprendono e si esercitano di più le buone abitudini alimentari e lo stile di vita sano: per il 40% infatti è il supporto  di familiari e amici che più aiuta nell’adozione di scelte di vita salutari e il 52% sostiene che prendersi cura dei figli li sproni a fare scelte corrette.

Il 71% degli italiani dichiara di stare attento a portare in tavola cibi sani e pasti completi, contro una media europea del 55%. Per il 73% i pasti più sani si consumano tra le mura domestiche, contro il 62% degli europei.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Herbalife

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti