Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il condizionamento durante il sonno per non fumare

di
Pubblicato il: 12-11-2014

Sanihelp.it - Condizionare il sonno in momenti ben precisi può indurre a cambiare alcuni atteggiamenti durante la vita quotidiana: è questa la conclusione di un lavoro di ricerca condotto presso il Weizmann Institute's Neurobiology Department e pubblicato sulla rivista The Journal of Neuroscience.

Gli autori della ricerca sono partiti dal riflesso condizionato di Pavlov: il cane scodinzola per la fame se vede la sua scodella e hanno cercato di applicarlo ad un problema difficile da risolvere: smettere di fumare; hanno selezionato 66 fumatori che non avevano mai cercato di smettere di fumare e li hanno invitati a trascorrere una notte nel loro laboratori.

Durante il sonno i fumatori sono stati esposti consecutivamente a respirare prima degli odori particolari, molto sgradevoli come le uova o il pesce marcio e poi quello di sigaretta.

Gli odori non riescono a svegliare chi li respira, ma condizionano il subconscio.

L’esposizione alla sequenza di odori soprattutto se avvenuta durante la fase non-REM ha ridotto il numero di sigarette fumate nel corso della settimana successiva all’esperimento di circa un 30%. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti