Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La stupidità potrebbe essere causata da un virus

di
Pubblicato il: 12-11-2014

Sanihelp.it - Quasi metà della popolazione mondiale potrebbe essere infettata da un virus che rende stupidi.

Questa la sorprendente scoperta operata dai ricercatori delle università di Baltimora e del Nebraska, dove è stata avanzata l’ipotesi secondo cui milioni di persone sarebbero vittime di un’infezione di lunga durata, che avrebbe causato loro un peggioramento delle funzioni cerebrali.

Il virus, chiamato ATCV-1 o chlorovirus, era già noto come uno dei più aggressivi agenti patogeni delle alghe verdi presenti nei laghi d'acqua dolce, ma a seguito di un’indagine su piccola scala effettuata dai due team di scienziati, il chlorovirus sarebbe stato rilevato anche nella gola del 44% delle persone analizzate, ovvero in quella quota di partecipanti che ha ottenuto un minor punteggio nei test cognitivi a cui è stato sottoposto l’intero gruppo.

In particolare la ricerca, pubblicata negli Atti della National Academy of Sciences, suggerisce che il virus ATCV-1 alteri i geni responsabili della produzione di dopamina, un ormone che influenza la memoria, la cognizione spaziale, le emozioni ed il piacere.

Ma dal momento che non sembra esserci nessun collegamento tra la presenza del virus nell’uomo ed il contatto con alghe verdi infettate (il chlorovirus infatti non ha interessato esclusivamente gli appassionati di sport acquatici), non è da escludere che gli esseri umani siano da tempo portatori inconsapevoli del virus, la cui presenza non è mai stata accertata in precedenza.

«Abbiamo appena iniziato a scoprire i milioni di virus che popolano il corpo umano – spiega il professor Yolken, co-autore dello studio – e già sta cambiando il modo di guardare gli agenti infettivi: questi ultimi infatti non sono solamente microorganismi che penetrano nel corpo, arrecano una serie di danni e poi abbandonano la nave, come il virus dell’Ebola o dell'influenza. Si tratta piuttosto di agenti che ci portiamo in giro da molto tempo, e che potrebbero aver esercitato alcuni effetti sulle nostre capacità cognitive e comportamentali».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
DailyMail

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.25 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti