Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Allenarsi in palestra

Tre buoni motivi per preferire i pesi liberi alle macchine

di
Pubblicato il: 18-11-2014

Le palestre sono dotate di macchinari sempre più complessi e tecnologici che ci aiutano ad allenare ogni parte del corpo, al fine di ottenere i risultati desiderati. Ma sono davvero così utili oppure possiamo farne a meno? Scopriamolo insieme

Tre buoni motivi per preferire i pesi liberi alle macchine © Thinstock

Sanihelp.it - Se il tuo obiettivo è quello di tonificare il corpo, aumentando la massa muscolare a discapito di quella grassa, sarai costretto a cambiare "musica": allenarti 30/40 minuti a giorni alterni, dedicandoti principalmente all’attività aerobica (magari chiacchierando con un’amica mentre cammini sul tapis-roulant, oppure in compagnia di un buon libro mentre pedali sulla cyclette) non rappresenta infatti la scelta più corretta.

Per raggiungere il risultato che desideri, dovrai piuttosto spostarti in un’altra zona della palestra: quella dedicata al work-out con i pesi, liberi oppure con l’ausilio delle macchine. Le alternative in termini di esercizi sono davvero infinite, e concorrono tutte ad un aumento della forza con conseguente miglioramento del tono, nonché dell’aspetto estetico. L’allenamento con i pesi (se eseguito con gradualità e seguendo i consigli di un professionista del settore) è anche indicato come benefico per la salute: aiuta a rinforzare le ossa, a tenere sotto controllo la glicemia, a migliorare la qualità del sonno e la salute del cuore.

Non a caso, tra le raccomandazioni per gli adulti sani dettate dall'American Heart Association, troviamo quella di sottoporsi ad un allenamento per la forza composto da 8/10  esercizi, per almeno 2 volte alla settimana.

Lo stesso Lou Schuler, noto trainer americano, specialista in allenamenti di forza, nonché giornalista e autore di numerosi libri sul tema della corretta alimentazione e del sollevamento pesi, suggerisce (all’interno del suo libro The lean muscle diet) che il modo migliore per ottenere un fisico asciutto e scolpito sta nell’evitare l’allenamento con i macchinari, dedicandosi principalmente a quello con i pesi liberi. Scopriamo insieme perché in tre punti:

1. Le macchine limitano i movimenti, rendendoli innaturali
Quando si solleva un bilanciere, per mantenere una posizione corretta e non sovraccaricare il collo o la schiena, è necessario reclutare tutti i muscoli posturali che non intervengono direttamente nel gesto, ma che sono utili per compierlo nel miglior modo. Ognuno di noi seguirà una traiettoria leggermente differente, in base alla propria percezione del corpo nello spazio. Le macchine costringono invece tutti a spingere il peso seguendo un percorso fisso, che non tiene conto dell’unicità di ogni individuo, e non riproduce il movimento naturale.

2. Le macchine creano schemi artificiali di movimento
Nella vita di tutti i giorni nessuno esegue ripetutamente il gesto proposto dalla leg extention o dalla leg curl, e neppure i movimenti guidati dall’abductor e dall’adductor machine. E ancora, la leg press può in qualche modo ricordare il gesto del salto, se non fosse per il fatto che il busto resta fisso a formare un angolo di 90° gradi con le gambe. Le macchine creano purtroppo schemi artificiali di movimento che poco hanno a che fare con la realtà. Così, il peso che carichi sulle macchine e dunque la forza che riesci a imprimere nei movimenti guidati, non equivarrà mai in termini di prestazioni a quella che applicherai durante movimenti naturali.

3. Le macchine sono facili da usare
Questo aspetto può sembrare un vantaggio per i principianti, ma lo è solo apparentemente.  Utilizzando le macchine ci si abitua infatti spesso a non ragionare sull’allenamento e a non pianificare i dettagli. Si finisce addirittura per usarle seguendo l’ordine in cui sono disposte in palestra, senza ragionare su quale catena muscolare si sta lavorando e con quale obiettivo.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti