Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Una persona su 5 dopo i 60 soffre di malattia delle vetrine

di
Pubblicato il: 25-11-2014

Sanihelp.it - Viene detta malattia delle vetrine, poiché chi ne soffre è costretto ad arrestarsi mentre cammina per un dolore alla gamba, come un crampo, che costringe a frequenti pause. La scusa più frequente è quella di guardare le vetrine dei negozi. In termini tecnici, si parla invece di claudicatio intermittens, il sintomo più ricorrente dell’arteriopatia periferica.

A causare l'arteriopatia periferica sono occlusioni o restringimenti nelle arterie delle gambe. È la patologia vascolare più frequente, poiché in Italia colpisce un individuo su 5 sopra i 60 anni, cioè il 20% della popolazione.

Il fatto che la malattia si manifesti con l’ostruzione delle arterie delle gambe è la punta dell’iceberg, poiché indirettamente sintomo di un’alta mortalità cardiovascolare, non solo per infarto, ma anche per ictus cerebrale. Inoltre la qualità di vita dei malati è molto scadente, soprattutto agli stadi avanzati, con ulcere o dolori notturni.

Purtroppo, c’è una grossa sottostima oltre che una scarsa consapevolezza. Eppure l’arteriopatia periferica è facilmente verificabile attraverso un parametro, l’indice caviglia-braccio (ABI, nell’acronimo inglese), che consiste nel rapportare la pressione della caviglia a quella del braccio. 

I soggetti più a rischio sono quelli che hanno colesterolo e pressione alta, diabete, insufficienza renale e, ovviamente, i fumatori. Molto minore l’incidenza sui giovani, che possono essere toccati dal problema soprattutto se sussistono fattori genetici, per cui possono verificarsi situazioni di gravi malattie cardiovascolari arteriose anche in pazienti tra i 35 e i 45 anni. Il problema va affrontato con un team multidisciplinare, di cui faccia parte l’angiologo, il chirurgo vascolare e l’emodinamista. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SocietÓ italiana di angiologia e patologia vascolare

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti