Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il tumore nell'anziano

Le terapie devono tenere conto dell'età del paziente

di
Pubblicato il: 16-12-2014

Un tumore su due colpisce uomini e donne durante la terza età, ma le sperimentazioni dei farmaci oncologici sono nel 99% dei casi svolte su persone con meno di 65 anni.

Le terapie devono tenere conto dell'età del paziente © Thinstock

Sanihelp.it - Oltre trecento specialisti riunitisi a Roma per il 1ST Rome International Meeting in Geriatric Oncology lanciano un appello: «Dobbiamo cambiare le linee guida internazionali sulle malattie tumorali e riadattare terapie e cure al loro vero paziente target: l’anziano».

Il professor Guido Francini, Direttore dell’Oncologia Medica dell’Università di Siena e presidente del convegno, aggiunge: «Oncologo e geriatra devono spesso lavorare su un terreno fragile. Un anziano, a differenza di un paziente giovane, soffre di tutta una serie di malattie come ipertensione, diabete, insufficienza renale o scompenso cardiaco. Per essere efficaci le terapie devono tener conto del fattore età e di tutte le problematiche che può avere una persona con più di 65 anni. Inoltre l’organismo, durante la vecchiaia, non riesce a tollerare determinate tossicità di alcuni farmaci oncologici».

Il 1st Rome International Meeting on Geriatric Oncology è stato organizzato dall'Università di Siena e di Roma Sapienza, con il patrocinio dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) e dell’adesione del Presidente della Repubblica. 

Negli anziani il rischio di ammalarsi di tumore è 40 volte più alto rispetto alle persone di 20-40 anni e 4 volte maggiore rispetto a quelle di 45-65 anni. «Secondo le ultime previsioni demografiche, nel 2030 circa il 30% degli italiani avrà più di 65 anni - ricorda Francini -. In futuro dobbiamo aspettarci un aumento significativo del numero di neoplasie e di anziani colpiti. Contro il cancro sarà dunque necessaria una sempre più forte collaborazione tra oncologi e geriatri. Ma anche la prevenzione potrà avere un ruolo fondamentale. Il 40% dei tumori è evitabile seguendo stili di vita sani. Per evitare gravi problemi di salute durante la terza età è necessario fin da giovani non fumare, limitare il consumo di alcol, seguire una dieta sana ed equilibrata, svolgere regolarmente attività fisica e sottoporsi a esami medici».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa Intermedia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti