Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gravidanza e ormoni: quanti cambiamenti anche negli uomini!

di
Pubblicato il: 18-12-2014

Sanihelp.itLa gravidanza cambia tutto nel corpo di una donna: non solo a livello di pancia. Il seno acquista di volume; le ossa del bacino si allargano; la gabbia toracica si espande; gli ormoni della gravidanza cambiano persino i contorni del viso, degli occhi, della pelle, dei capelli; modifica addirittura la conformazione degli organi interni. Il fisico, in una parola, si prepara ad ospitare il nascituro e a sostenerne il peso.

Tuttavia, se si pensa che sia una caratteristica che riguarda solo le madri, si cade in errore: anche per gli uomini cambia tutto, e non solo a livello di quotidiano tran tran, ma anche di organismo. Uno studio dell'Università del Michigan ha evidenziato le mutazioni ormonali che avvengono nel maschio, rendendolo fisiologicamente più simile alla compagna.

La sperimentazione, pubblicata sulla rivista specializzata American Journal of Human Biology, è stata condotta su 29 coppie al loro primo figlio, a cui sono stati monitorati i livelli ormonali tramite un semplice esame della saliva. Da questo studio, i ricercatori americani hanno notato come nell'uomo si abbassano i livelli di estradiolo ed testosterone, sostanza da sempre connessa alla virilità, alla forza fisica, alla resistenza, alla massa muscolare, anche a causa della diminuita attività sessuale che influenza i neurotrasmettitori e inibisce l'attività delle gonadotropine: al contrario, nella donna questi ormoni, assieme a progesterone e cortisolo, aumentano.

Dunque, è corretto affermare che a livello fisiologico lui diventa maggiormente effeminato, mentre lei più mascolina. Ecco spiegata la ragione perché i neo-padri si scoprono più protettivi, meno aggressivi, che va ad aggiungersi alle ovvie ripercussioni psicologiche dell'essere genitore e alle abitudini dei tempi moderni: se una volta l'uomo trascorreva poche ore assieme al neonato, oggigiorno giunge a passare anche più di sei ore col bambino. Le differenze di genere risultano più sfumate: il risultato è che i «mammi» sono sempre più numerosi.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ del Michigan, American Journal of Human Biology

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti