Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

200gr di frutta e verdura in più eviterebbero 20mila morti

di
Pubblicato il: 19-12-2014

Sanihelp.itMangiare frutta e verdura fa bene: lo sappiamo da quando siamo piccoli, quando i nostri genitori ci ricattavano imponendoci l'insalata altrimenti niente dolce. Ce l'hanno ripetuto talmente tante volte che per molti è diventata una specie di filastrocca senza senso: mentre la comunità scientifica cerca al contrario di sensibilizzare l'opinione pubblica a riguardo, spesso invano.

Una sperimentazione dell'Istituto Agriter, forse, aiuterà le persone a comprendere l'importanza di questi alimenti nella nostra dieta: secondo lo studio condotto dall'organizzazione italiana, infatti, 200 grammi di frutta e verdura in più al giorno equivarrebbero ad evitare circa 20 mila decessi per malattie cardiovascolari, quali infarto del miocardio e ictus, cause primarie di morti in Italia. Non solo: permetterebbero addirittura un risparmio di 1,5 miliardi di euro in spese sanitarie.

Le statistiche dell'Agriter, al contrario, parlano di un consumo di prodotti di ortofrutta sfortunatamente in calo: se le stime nel 2000 parlavano di un'assunzione pari a 361 grammi pro capite al giorno, oggi il dato è sceso fino a 303 grammi. Una diminuzione che in questi quindici anni è costata 3,4 miliardi di euro in spese sanitarie e circa 52 decessi. Tuttavia, i ricercatori italiani ricordano come anche la statistica del 2000 non fosse sufficiente: per una corretta alimentazione occorre infatti consumare almeno 500 grammi di prodotti ortofrutticoli al giorno.

Lo scopo dello studio di Agriter è quello di sensibilizzare la popolazione italiana, piuttosto inconsapevole, riguardo l'importanza di aggiungere frutta e verdura alla propria dieta: secondo dati Istat, infatti, oggigiorno il 45% della popolazione tricolore presenta problemi di peso, una delle ragioni maggiori di insorgenza di patologie cardiovascolari. In particolare, l'11% è obeso, il 31% sovrappeso, mentre una minoranza del 3% risulta sottopeso: tuttavia, l'87% degli italiani afferma di seguire una alimentazione sana ed equilibrata.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Agriter

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti