Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ecco cosa pensa il nuovo Commissario europeo per la salute

Le idee di Vyteni Andriukaitis per un'Europa più sana

di
Pubblicato il: 15-01-2015

Sanihelp.it - Cardiochirurgo e politico lituano, Vytenis Andriukaitis ricopre dal 1 novembre 2014 la carica di Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, e proprio grazie alla sua esperienza ultraventennale nell’ambito sanitario, ha già le idee molto chiare su obiettivi e necessità dell’Europa in materia di salute.

«Le mie priorità per la sanità europea sono la promozione di una corretta prevenzione e protezione per tutti – spiega il dottor Andriukaitis nel corso di un intervista rilasciata a Il Giornale – I sistemi sanitari devono concentrarsi sul fare prevenzione, così da non ritrovarsi tra dieci o quindici anni sommersi di pazienti da trattare per le patologie che certi abusi hanno provocato».

Per questo le pubblicazioni e le campagne di sensibilizzazione promosse dall’Unione Europea dovranno insistere sugli importanti benefici derivati da uno stile di vita sano, affinché ogni individuo maturi un atteggiamento consapevole nei confronti della nutrizione, dell’attività fisica e del consumo di alcol e tabacco.

A tal proposito basta osservare i dati del recente rapporto Health at Glance, che indica come il consumo di alcol, il fumo ed il sovrappeso continuino a rappresentare fattori di rischio fondamentali per l’insorgenza di patologie croniche come le malattie cardiovascolari ed il cancro, responsabili rispettivamente del 40% e del 26% di tutti i decessi che avvengono ogni anno in Europa.

In più, tenendo in considerazione il crescente aumento dell’età media nella popolazione europea, spronare le persone a vivere meglio potrebbe garantire anche un invecchiamento più sano, e quindi incentivare uno sviluppo sempre maggiore della cosiddetta economia d'argento, cioè della forza lavoro derivata dalle fasce di età più avanzate.

«Un altro punto chiave per i cittadini è l'accesso universale alle cure sanitarie di qualità in tutto il mondo e in tutta l'Unione europea. Io credo che in Europa dobbiamo lavorare per colmare le disuguaglianze che ancora oggi affliggono la salute in termini di accesso alle cure sanitarie. Un'altra sfida chiave è progredire verso un vero e proprio sistema sanitario dell'Unione europea, dove i cittadini possano scegliere dove essere curati in tutta l'Ue, e dove ci sia trasparenza in termini di sicurezza e qualità delle cure e in materia di rimborso».    

Insomma se le idee non mancano, resta però ancora molto da fare per far sì che l’Unione Europea incarni un modello sanitario di riferimento anche per altri paesi.

«La salute per me è un elemento chiave di economia sociale e di mercato – conclude il dottor Andriukaitis – Credo che abbiamo bisogno di un nuovo impulso per la salute in Europa, dobbiamo credere nello sviluppo della salute come investimento per il nostro futuro». 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
salute.ilgiornale.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti