Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Alimentazione

Ma le ossa ti fan bene?

di
Pubblicato il: 20-01-2015

I nostri amici a 4 zampe adorano masticare qualunque cosa specialmente le ossa. Ma queste sono davvero salutari per il nostro amico e perché sono uno dei suoi alimenti preferiti?

Ma le ossa ti fan bene? © Thinstock

Masticare le ossa, oltre a soddisfare il naturale bisogno del cane di mordere e sgranocchiare, lo aiuta a mantenere denti puliti prevenendo così i problemi e malattie della cavità orale.

Inoltre in quantità appropriate sono un’importante e naturale fonte di calcio e minerali.

Secondo Miller l’osso «contiene un terzo di materiale organico e due terzi di materiale inorganico. Il 65-70% delle ossa è composto da materiale inorganico che contiene una struttura microcristallina chiamata idrossiapatite (Ca10(PO4)6(OH), molecola cristallina costituita principalmente da calcio combinato con idrogeno, ossigeno e fosforo.

Questo è un composto minerale che forma sottili cristalli a forma di prismi. Il calcio e il fosforo sono nutrienti fondamentali nella dieta di un carnivoro soprattutto in animali in fase di crescita e nelle razze di taglia grande o gigante.

La componente organica (30-35%) delle ossa è costituita da fibre collagene che sono incluse in una sostanza amorfa costituita da proteoglicani e glicoproteine.

Rispetto al tessuto cartilagineo la concentrazioni di proteoglicani è inferiore in modo che il collagene prevalga sulle altre componenti.

Queste fibre fungono da supporto per la sedimentazione dei sali durante il processo di mineralizzazione.

Non tutte le ossa sono adatte per l’alimentazione e la salute del cane. Le ossa di grandi dimensioni (per esempio quelle del ginocchio) sono le più sicure in quanto non si corre il rischio che vengano inghiottite intere e la loro polpa contiene le sostanze nutritive e i minerali di cui l’animale necessita per soddisfare i suoi fabbisogni.

Bisogna sempre assicurasi che non abbiano però angoli appuntiti per evitare che il cane si ferisca durante la masticazione.

Sanihelp.it -

Queste ossa nascondono però delle insidie: possono provocare la rottura dei denti e di conseguenza si può manifestare un’infezione o un ascesso della radice del dente che si risolve con la sua ricostruzione o estrazione.

Altro problema che si verifica riguarda la polverizzazione dell’osso che porta alla produzione di feci estremamente dure molto compatte.

Alcuni tipi di ossa come quelle di pollame (soprattutto le zampe) risultano essere molto più pericolose.

Se non vengono digerite in modo adeguato possono provocare il perforamento del tratto gastroenterico e le ossa più piccole possono rimanere incastrate nella gola, provocando il soffocamento oppure incastrarsi tra i denti.

Le ossa sono molto più digeribili se somministrate crude. Infatti il processo di cottura complica notevolmente la loro digestione ed aumenta la possibilità di occlusione intestinale.

Il cane digerisce la carne cruda molto meglio rispetto all’uomo e quindi dare un osso crudo con un po’ di carne attaccata (senza grasso) sarà la felicità del vostro amico peloso.

Per essere sicuri di dare al cane un alimento sicuro, in commercio esistono molti tipi di ossa di pelle di bufalo.

Attenzione però a non esagerare o il vostro amico a 4 zampe potrà avere una bella costipazione.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Alimentazione del cane e del gatto

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti