Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il trattamento potrebbe essere utile per curare l'obesità

Uno studio dimostra come perdere peso con l'agopuntura

di
Pubblicato il: 27-01-2015

L'agopuntura auricolare, cioè una modalità di infissione degli aghi che interessa solo l'orecchio, sarebbe in grado di stimolare il metabolismo e quindi favorire la perdita di peso.

Uno studio dimostra come perdere peso con l'agopuntura © Thinstock

Sanihelp.it - L’applicazione di cinque aghi nell’orecchio esterno potrebbe favorire non solo lo smaltimento dell’inestetica pancetta, ma anche la perdita di peso in pazienti affetti da obesità.

Secondo l’agopuntura auricolare infatti, nell'orecchio esterno sono rappresentate le innervazioni di tutti gli organi e gli apparati del corpo, motivo per cui l’inserimento di un ago nella zona che regola lo stimolo della fame e dell'appetito, e degli altri aghi in diversi punti-chiave dell’orecchio, potrebbe costituire un importante aiuto nel perdere peso.

Lo studio, compilato dai ricercatori della Kyung Hee University di Seoul in collaborazione con lo Yale University Prevention Research Center e pubblicato sulla rivista Acupuncture in Medicine, ha coinvolto 91 persone in sovrappeso, alla metà delle quali è stato chiesto di tenere per otto settimane, alternando le orecchie, cinque aghi inseriti a due millimetri di profondità.

All’altra parte del gruppo è stato invece assegnato un trattamento placebo, che prevedeva la rimozione di uno o dei cinque aghi subito dopo l’inserimento.  

Tutti i partecipanti sono stato infine invitati ad adottare un regime alimentare più restrittivo (ma non una dieta dimagrante), evitando però di aumentare l’attività fisica.

A quattro settimane dall’inizio della sperimentazione, i partecipanti che stavano seguendo il trattamento con i cinque aghi nell’orecchio hanno beneficiato di una riduzione media di peso del 6,1%, a fronte di una riduzione del 5,7% di coloro che erano stati sottoposti alla terapia placebo.

Inoltre nel primo gruppo è stato registrato un abbassamento significativo dei valori strettamente legati all'obesità, come ad esempio la circonferenza della vita ed i livelli di grasso corporeo.

«Se stimolare il punto collegato alla fame è una scelta la cui efficacia è già stata dimostrata in precedenza, nei pazienti affetti da obesità addominale potrebbe rivelarsi ancora più utile una stimolazione prolungata dei cinque punti nevralgici dell’orecchio – commenta la dottoressa Lim  dalla Kyung Hee University di Seou – L'efficacia dell'agopuntura nei pazienti obesi è strettamente correlata alla stimolazione della funzione metabolica, che attivandosi promuove il consumo di grasso corporeo con conseguente perdita di peso».

«Dovremmo evitare di pensare che un trattamento sia inefficace solo perché non ne capiamo il meccanismo – commenta il dottor Katz dallo Yale University Prevention Research Center – Anzi, piuttosto, se un trattamento è efficace, dovremmo cercare di capire come agisce». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Web MD

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.33 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti