Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'attività fisica per abbassare il tasso di mortalità

di
Pubblicato il: 27-01-2015

Sanihelp.it - Uno studio pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition e condotto in Norvegia ha rivelato che indipendentemente dall’indice di massa corporea (IMC) e dalla circonferenza vita riuscire a contrastare la sedentarietà potrebbe abbassare in Europa il tasso di mortalità del 7,35%.

Il contrasto della vita sedentaria riuscirebbe a ridurre la mortalità molto più di quanto riuscirebbe a fare la lotta all’obesità.

Gli autori dello studio hanno analizzato i risultati dello studio di popolazione EPIC  che ha coinvolto 116 980 uomini (età media 52,6 anni) e 217 181 donne (età media 51,2 anni); durante il periodo di studi sono deceduti  11086 uomini  e 10.352 donne.

Secondo gli autori dello studio 20 minuti di camminata veloce ogni giorno (con un dispendio energetico pari a 90-100 kcal) potrebbero prevenire circa 676000 decessi all’anno, mentre la lotta all’obesità potrebbe ridurre il numero di decessi di 337000 unità.

A inizio studio il 22,7% del campione si è dichiarato totalmente inattivo, il 15,8% è risultato obeso, il 21,9%  aveva una circonferenza vita superiore a 102 cm per gli uomini e superiore a 88 cm per le donne.

Le persone attive nonostante il loro indice di massa corporea e il loro peso hanno evidenziato dal 16% al 30% di probabilità in meno di morire rispetto alle persone in uguali condizioni fisiche, ma del tutto inattivi. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Medscape Medical News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti