Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Quando è indicata la terapia ormonale per l'acne?

di
Pubblicato il: 06-02-2015

Sanihelp.it - Uno studio di revisione condotto presso l’università di Ferrara e pubblicato sulla rivista British Journal of Dermatology ha rivelato come sia necessario ricorrere al trattamento ormonale per l'acne che non trova soluzione con altri trattamenti.

Il trattamento ormonale, di solito,  è un trattamento di seconda scelta per l’acne ed è spesso efficace perché  i brufoli si formano anche a causa di  una maggiore sensibilità dei follicoli pilo-sebacei agli androgeni.

Per questo motivo nelle donne con acne nodulosa e tendente a formare cisti si consiglia l’utilizzo dei contraccettivi orali, di preferenza si consigliano quelle ad azione anti-androgenica.

I contraccettivi orali vengono associati sempre all’isotretinoina e il loro utilizzo può accompagnarsi  anche a tutte gli altri presidi di solito utilizzati per l’acne come il perossido di benzoile, l’acido azelaico, i retinoidi e gli antibiotici per uso topico e sistemico.

Prima di somministrare i contraccettivi orali per la cura dell’acne è necessario assicurarsi che non vi siano controindicazioni di sorta.

L’uso del ciproterone acetato, dello spironolattone, della flutamide, dei glucocorticoidi a basso dosaggio o degli agonisti del rilascio delle gonadotropine sono tutte alternative alle terapie standard a cui ricorrere solo in casi selezionati.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti