Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Otto persone su 10 nel mondo soffrono di carie

di
Pubblicato il: 10-02-2015

Sanihelp.it - La carie continua a essere un problema di sanità pubblica, nonostante i programmi di prevenzione governativi, complici la crisi economica e una società sempre più multietnica.

L’80% della popolazione mondiale soffre per la carie, gli europei perdono ogni anno 6 giorni lavorativi per le cure odontoiatriche e spendono circa 79 miliardi di euro.

Secondo in un’indagine effettuata da SIDO (Società Italiana di Ortodonzia) durante l’edizione del Mese della Salute Orale 2014, durante la quale sono state intervistate oltre 1.300 persone in 6 città italiane da Nord a Sud, rivelano che un cittadino su 2 presenta carie, che le stesse sono concentrate prevalentemente in età adulta (tra i 30 e i 50 anni), che esiste una forbice rilevante tra Settentrione (40%) e Meridione (51%).

La presenza di carie è direttamente correlata a una scarsa igiene orale: il 77% dei soggetti con cattiva igiene orale presenta carie a fronte del 34% con buona igiene orale.

Studi scientifici recenti hanno confermato che lo zucchero, contenuto in molti alimenti, per esempio i carboidrati, al termine della digestione ritorna in bocca attraverso le ghiandole salivari e nutre costantemente i batteri, naturalmente presenti nella bocca.

Questi producono scorie acide che erodono lo smalto dei denti e determinano la lesione cariosa iniziale. Il processo di produzione di acidi per fermentazione degli zuccheri avviene entro 5-15 minuti dal consumo degli zuccheri e si protrae, di norma, per almeno mezz’ora. Consumare spuntini frequenti, oltre i tre pasti principali, espone ripetutamente i denti ai possibili danni che ne derivano. Da qui il concetto che l’uso consapevole del cibo e la sua combinazione nell’arco della giornata giochino un ruolo fondamentale nella prevenzione della carie.

Il Regolario di Igiene Orale 3.0 è un documento composto da 10 punti che insegnano a utilizzare il cibo in modo appropriato per una buona igiene orale, soprattutto negli intervalli tra i pasti principali e quando non è possibile lavare i denti.

Suggerisce come combinare i diversi alimenti privilegiando il consumo di quelli anticarie (verdure fibrose, acqua, latte, formaggi stagionati, frutta secca) o cariostatici (verdure cotte, carne) alla fine dei pasti o come spuntini, evitando di concluderli con alimenti o bevande potenzialmente cariogene (dolci, alimenti appiccicosi, bevande zuccherate, ecc.).

Il cibo può essere un valido strumento per neutralizzare l’acidità e rimuovere in modo meccanico, cioè masticando, i residui zuccherini e appiccicosi che promuovono i processi erosivi dello smalto.

La XV edizione del Mese della Salute Orale Colgate-SIDO si svolgerà dal 1 al 31 marzo: in tutta Italia, visite odontoiatriche e ortodontiche gratuite per tutta la famiglia presso gli studi dentistici degli studi aderenti all’iniziativa, test salivare e diario alimentare.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Colgate

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti