Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Una combinazione di geni alla base del tradimento femminile?

di
Pubblicato il: 23-02-2015

Sanihelp.it - «Da una statistica è risultato che il 50% degli italiani ha una relazione extraconiugale. Sai cosa significa? Che, se non sei tu, è tua moglie!», diceva il comico Daniele Luttazzi. L'adulterio rappresenta da sempre uno dei temi più dibattuti per quel che concerne la vita di coppia: cosa spinge una persona a tradire? Meglio confessare la scappatella, o è preferibile evitare l'argomento per non turbare la serenità di coppia? Ma soprattutto: tradisce più l'uomo o la donna? Molti hanno tentato di rispondere a quest'ultimo quesito, distinguendo anche le corna maschili, fatte precipuamente per attrazione fisica, da quelle femminili, solitamente più cerebrali.

Ovviamente anche la comunità scientifica ha cercato di dare la propria opinione a riguardo. Uno studio dell'Università del Texas datato 2013, per esempio, ha concluso che l'uomo, pur possedendo la stessa capacità di autocontrollo delle donne, quando non è in grado di esercitarlo diviene vittima di impulsi sessuali piuttosto intensi. La sperimentazione dei ricercatori australiani dell'Università del Queensland, apparsa in questi giorni sulla rivista specializzata Evolution & Human Behavior, tentava di rispondere al quesito riguardante le motivazioni del tradimento femminile, giungendo alla conclusione che la colpa potrebbe essere da attribuire ad un gene mutato.

Ciò significherebbe che la propensione alle scappatelle, per quel che concerne le donne, potrebbe essere non tanto una questione di temperamento, quanto di DNA. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati australiani hanno sottoposto circa 7 mila volontarie ad una sperimentazione che ha evidenziato come, tra coloro le quali avevano avuto esperienza di relazioni extraconiugali, fosse comune un gene, denominato AVPR1a, le cui combinazioni nel modello animale sono associate a promiscuità e spregiudicatezza.

Non si tratta certo di una prerogativa femminile, quella di possedere questo particolare gene: tutti gli individui sono portatori di due geni AVPR1a, ereditati per la precisione dai genitori. Tuttavia, sembra che una determinata combinazione di questi geni risulti fatale, nel senso dell'attrazione, solo per quel che concerne l'universo femminile, che sarebbe così predisposto al tradimento anche per possibili cause genetiche. Per tutte coloro che invece presentano la combinazione «fedele» di AVPR1a rimangono ovviamente le motivazioni classiche: vendetta, insoddisfazione, litigi, incompatibilità. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ del Queensland, Evolution & Human Behavior

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti