Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La sauna riduce il rischio di morte per malattie cardiache

di
Pubblicato il: 25-02-2015

Sanihelp.it - Chi utilizza frequentemente la sauna beneficia di una minor probabilità di eventi fatali causati da malattie cardiovascolari, tutt’oggi la prima causa di morte tra la popolazione italiana.

Precedenti studi avevano già dimostrato come la sauna potesse essere associata ad una miglior salute cardiovascolare, anche se l’associazione tra il bagno a vapore ed il rischio di attacchi di cuore o di malattie cardiovascolari non era ancora noto.

Ma un gruppo di scienziati dell'Università della Finlandia guidato dal dottor Laukkanen, ha cercato di approfondire il nesso tra questi fattori analizzando per ventuno anni le cause di morte di 2315 uomini di mezza età (ovvero di una fascia compresa tra i quarantadue e i sessant’anni).

I risultati, pubblicati sulla rivista JAMA Internal Medicine, hanno mostrato che, rispetto agli uomini che facevano una sola sauna alla settimana, per coloro i quali si dedicavano a due o tre sessioni di sauna alla settimana, il rischio di morte per eventi cardiaci era del 22% più basso, mentre tra gli uomini che facevano da quattro a sette sedute, il rischio era minore addirittura del 63%.

Mantenendo come termine di confronto il gruppo che faceva una sola sessione di sauna a settimana, anche il rischio di eventi coronarici fatali è risultata più bassa del 23% tra coloro che facevano due o tre sedute di bagno a vapore a settimana, e minore del 48% tra gli uomini che si dedicavano ad un numero di sessioni di sauna compreso tra le quattro e le sette a settimana.

Infine la mortalità per tutte le malattie cardiovascolari, è risultata minore del 24% nel gruppo di due o tre sedute a settimana, e del 40% tra coloro che facevano la sauna dalle quattro alle sette sedute, rispetto a coloro che facevano una sola sessione di bagno a vapore alla settimana.

Di contro, sembra che la durata delle singole sessioni abbia inciso in maniera molto meno significativa rispetto alla quantità di sedute settimanali.

Nonostante i dati, la ricerca conclude sottolineando la necessità di «ulteriori studi per stabilire il potenziale meccanismo che lega la sauna e la salute cardiovascolare».

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
JAMA Internal Medicine

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti