Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Testimonianze

Mamma Gianna si racconta

di
Pubblicato il: 03-03-2015

La Nannini svela come è cambiata da quando nel 2010 ha dato alla luce la figlia Penelope che, dice, è il riscatto della sua femminilità.

Mamma Gianna si racconta © Web

Sanihelp.it - «In questi quattro anni ho fatto una vita decisamente rock & roll». Parla Gianna Nannini riferendosi alla sua attuale vita da mamma, in una recente intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica. «Sembra un paradosso ma, giuro, trasgredisco più ora di allora. E faccio cose che non avevo mai fatto: le pulizie, il bucato. Ma non mi lamento, sono stata toccata dalla divinità; la maternità è una cosa mistica, ti solleva, eleva lo spirito, problemi quotidiani a parte».

La sua routine è però ovviamente cambiata, meno Giannacentrica: «Meno disciplina, più vino, più pasta e pane, poca attenzione al corpo. Da quando Penelope è diventata la mia priorità tutte le altre abitudini sono passate in secondo piano, la cura del fisico soprattutto» ha rivelato, anche se vuole presto tornare a praticare Pilates. «Ho imparato a trascurare me stessa. La rock star è per definizione egoista. Ora invece la mia giornata è per l'80% dedicata a lei. Il pianoforte è rimasto a lungo muto. Mi restano cinque minuti al giorno per le canzoni, ma per fortuna quando l'ispirazione arriva riesco a fare tutto in fretta».

La bambina è sempre con lei: « Quando è in casa c'è energia nell'aria. Mi sono rimessa a leggere le favole, m'ispirano; le reinvento per lei, cambio trame e finali, le interpreto, faccio i versi e le smorfie, divento il lupo e la nonna. Abbiamo gli occhi dello stesso colore Penelope e io; lei guarda lontano, proprio come me» continua la cantante, che ritiene però che la piccola abbia un carattere migliore del suo. Di diverso Penelope avrebbe anche l’attrazione per gonne e tacchi, e la Nannini la definisce «il riscatto della mia femminilità».

Che mamma è Gianna? «Non sono apprensiva, e neanche preoccupata, cerco di prestare attenzione alle sue inclinazioni e alle sue potenzialità. I genitori devono solo incoraggiare le inclinazioni dei figli, non scegliere per loro» spiega. « È quel che insegno quotidianamente a Penelope, a essere indipendente».

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
La Repubblica

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti