Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le ore di sonno per notte e il rischio ictus

di
Pubblicato il: 03-03-2015

Sanihelp.it - Uno studio condotto presso l’università di Cambridge e pubblicato sulla rivista Neurology ha evidenziato come le persone anziane che dormono più di 8 ore per notte sono più esposte al rischio ictus.

I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 9692 pazienti, di età compresa fra i 42 e gli 81 anni: nessuno a inizio studio mostrava particolari fattori di rischio per l’ictus.

Tutti i partecipanti si sono impegnati a riferire sulle ore di sonno dormite ogni notte fra il 1998 e il 2000 e il 2002 e il 2004.

Durante il periodo di studio 346 persone hanno avuto un ictus: i pazienti che dormivano più di 8 ore per notte hanno evidenziato un aumento del rischio ictus del 46%, mentre quelli che dormivano meno di 6 ore per notte hanno evidenziato un aumento nel rischio ictus del 16%, valutato come non statisticamente significativo.

I più esposti all’ictus si sono rivelati i pazienti che in entrambi i periodi di rilevazione hanno dichiarato di dormire più di 8 ore per notte; anche i pazienti che nella prima rilevazione hanno dichiarato di dormire meno di 6 ore per notte e nella seconda più di 8 ore hanno evidenziato un aumentato rischio ictus.

Secondo lo studio il sonno prolungato, piuttosto che dormire un numero medio di ore per notte potrebbe costituire un importante fattore predittivo di ictus nelle persone anziane. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti