Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rapporti

A letto con... lo smartphone

di
Pubblicato il: 17-03-2015

Il 29% delle donne italiane lo usa anche durante il sesso! E la vita sessuale è in caduta libera. La soluzione? Può essere molto semplice....

A letto con... lo smartphone © Thinstock

Sanihelp.it - Secondo una ricerca inglese sviluppata dal Centre for Sex, Gender and Sexualities della Durham University, il 40 % degli intervistati ha dichiarato di ritardare volontariamente il rapporto sessuale per dedicarsi all’uso di smartphone e tablet. Un terzo del campione ha addirittura risposto al cellulare durante un amplesso. 

Un problema solo inglese? Purtroppo no, riguarda anche noi Italiani:  «Le ricerche ed i sondaggi, indicano un utilizzo sempre maggiore della tecnologia digitale nella vita di coppia. Ciò che colpisce è soprattutto l’incidenza negativa nell’intimità: con pc e cellulari accesi ad oltranza la frequenza dei rapporti sessuali è calata in Italia fino al 70% in meno» rivela la dottoressa Laura Rivolta, psicologa e psicoterapeuta specializzata in sessuologia Clinica e in terapia sistematica relazionale.

La tecnologia diventa il terzo incomodo: il 30% degli uomini italiani posticipano il momento di andare a letto perché impegnati su PC, tablet o smartphone, mentre il 43% delle donne non si separa dal telefonino nemmeno sotto le lenzuola. «Quasi il 29%  delle donne usa il cellulare persino durante un rapporto: nel 12% delle volte per rispondere a una chiamata, nel 10% dei casi per leggere un sms (sul telefono, Facebook o WhatsApp ) e nel 5% per visitare la propria pagina di Facebook» sottolinea la dottoressa. E tutto questo incide negativamente sulla vita sessuale, giudicata insoddisfacente dal  35% delle femmine e dal 29% dei maschi italiani.

Se da un lato la tecnologia unisce, perché, come sottolinea l’esperta, «facilita e mantiene la relazione di coppia; il partner è sempre vicino, raggiungibile. Ciò rassicura e conforta», c’è anche il rovescio della medaglia: «penalizza la disponibilità e la frequenza erotica; divide perché favorisce la connessione con altri, amici colleghi possibili conoscenti. Non è raro inoltre assistere a fenomeni di addiction, di dipendenza da contatti interpersonali che riducono il desiderio e la disponibilità verso il partner».

Che cosa si può fare? Durex, il celebre marchio di preservati e prodotti per il benessere sessuale, non poteva non proporre la sua personale soluzione, provocatoria, divertente e, se correttamente messa in pratica, indubbiamente efficace. Una rivoluzione tecnologica capace di rendere tablet e smartphone alleati del piacere sessuale e di una ritrovata intimità: il tasto spegni, da imparare a usare decisamente più spesso. Provare per credere.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
comunicato stampa Durex

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.57 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti