Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La campagna della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

Al via la settimana della prevenzione oncologica

di
Pubblicato il: 17-03-2015

La prevenzione sconfigge il cancro. Passaparola! Questo lo slogan della XIV edizione della Settimana nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla LILT.

Al via la settimana della prevenzione oncologica © Thinstock

Sanihelp.it - La letteratura scientifica conferma come la lotta contro il cancro passi anche attraverso la prevenzione e dunque ancora una volta è importante ribadire quanto sia importante un corretto stile di vita. Una dieta salutare ed equilibrata, l'abbandono del fumo, la riduzione del consumo di alcol e dell’esposizione imprudente ai raggi solari eviterebbe lo sviluppo di oltre un terzo dei tumori e altre malattie croniche degenerative. Un corretto stile di vita e la diagnosi precoce possono portare a guarigione oltre l’80 per cento delle persone che si ammalano di tumore.

Ed è ancora una volta l’olio extra vergine di oliva, uno dei protagonisti della dieta mediterranea, il simbolo della campagna della LILT. La dieta mediterranea è l’ideale nella prevenzione perché ricca di frutta fresca, di verdura e povera di grassi. Nel corso della campagna i volontari della LILT saranno presenti nelle maggiori piazze italiane per promuovere questo invito alla salute, offrendo - in cambio di un modesto contributo a sostegno delle attività - una bottiglia di olio extravergine di oliva e un opuscolo ricco di informazioni sui corretti stili di vita. Moltissime poi le iniziative nei punti prevenzione LILT in tutta Italia, dove i cittadini troveranno a disposizione medici, operatori sanitari, specialisti e volontari.

La prevenzione oncologica passa dunque attraverso un regime alimentare sano (quale la dieta mediterranea), l’abbandono del fumo, l’abitudine a una costante attività fisica, un moderato consumo di alcol e una corretta esposizione ai raggi solari.

Il fumo di sigaretta contiene oltre 4.000 sostanze distribuite tra parte gassosa, sospensione corpuscolata e condensato. Almeno 55 di queste sono cancerogene. Il fumo di tabacco è la prima causa di morte per cancro. Molti dei tumori più frequenti sono causati dal fumo (polmone, cavo orale, faringe, laringe e dell’esofago. Il fumo - attivo o passivo - provoca inoltre broncopneumopatie croniche ostruttive (BPCO) e altre patologie polmonari croniche; gravi malattie del cuore e delle arterie (infarto, ictus, ipertensione arteriosa, etc.); maggiori rischi di impotenza sessuale per l’uomo e riduzione della fertilità in entrambi i sessi; anomalie nel decorso della gravidanza e dello sviluppo fetale; invecchiamento precoce della
pelle, gengiviti, macchie sui denti, alito cattivo, rughe profonde sul viso, tono muscolare decadente.

L’abuso di alcol aumenta il rischio di insorgenza dei tumori della bocca, della laringe, dell’esofago, del fegato, del colon e della mammella. È inoltre responsabile di cirrosi epatica, pancreatiti, patologie neuropsichiatriche, danni al feto, depressione. È fra le principali cause di incidenti stradali e sul lavoro.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le patologie legate alla sedentarietà rientrano tra le prime dieci cause di morte e di inabilità nel mondo. La sedentarietà rappresenta una concausa di molte patologie, come malattie cardiovascolari, diabete mellito, obesità e anche vari tumori (per esempio seno e colon-retto). I benefici dell’attività fisica si osservano sulla salute delle ossa e dei muscoli, ma anche a livello psichico, contribuendo al benessere e riducendo stress, ansia, depressione e favorendo la socializzazione.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa LILT

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti