Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Integratori utilizzati da 2 italiani su 3: ok dei medici

di
Pubblicato il: 25-03-2014

Sanihelp.it - Gli italiani riducono viaggi, vacanze e altri acquisti ma non rinunciano ai prodotti per la salute, soprattutto per quanto riguarda gli integratori alimentari. Emerge dall’indagine GfK Eurisko, realizzata per FederSalus, secondo cui ben 80% degli italiani ha utilizzato almeno un integratore alimentare nell’ultimo anno (+15% dal 2012).

I motivi riguardano in parte il tono e rinforzo (38%), mentre prevalgono esigenze di cura (40%) e prevenzione (39%), soprattutto tra gli over 65 e le donne. Queste ultime si confermano i principali consumatori (il 58% del totale), anche se cresce il numero degli uomini (42%). 

Il medico e il farmacista si confermano gli interlocutori di riferimento per il consumatore, che si rivolge a loro in 2 casi su 3 per un consiglio. La ricerca ha rilevato che il 52% dei medici di medicina generale e il 33% dei medici specialisti consiglia abitualmente integratori.

I medici di medicina generale tendono a consigliare gli integratori soprattutto per risolvere problematiche gastrointestinali, cardiovascolari (colesterolo e dislipidemie) e osteoarticolari. Mentre per il medico specialista, gli integratori rappresentano una scelta valida per problemi relativi agli occhi, l’apparato uro-genitale e i problemi femminili.

Si conferma determinante il ruolo consulenziale del farmacista, a cui il consumatore si rivolge soprattutto per disturbi da raffreddamento, problemi di capelli, sonno, tono ed energia, vitamine e sali minerali.

L’informatore scientifico è la principale fonte di informazione per il medico. Questo accade per il 92% dei medici di medicina generale e per l’85% degli specialisti. Internet e gli strumenti di divulgazione informativa sono utilizzate dal 35% degli specialisti e dal 22% dei medici generali. 

Secondo i dati emersi dalla ricerca New Line, il mercato degli integratori in farmacia ha sviluppato nell’ultimo anno 2.164,4 milioni di euro per un totale di 144,1 milioni di confezioni vendute, valore paragonabile a quello del farmaco senza ricetta.

Il trend di crescita è del 7,9% a valore e del 7% in unità vendute. Le rilevazioni registrano una crescita del comparto integratori anche nel canale dei super e ipermercati: il valore di fatturato generato è di 146 milioni di euro, per un totale di 24 milioni di confezioni vendute.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
FederSalus

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti