Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Programma di ristrutturazione

Capelli: che rottura! Ripariamoli

di
Pubblicato il: 24-03-2015

La rottura dei capelli, di cui la spazzola è testimone, può essere l'effetto di ripetuti maltrattamenti. Gli esperti suggeriscono strumenti e prodotti per un programma di riparazione profonda.

Capelli: che rottura! Ripariamoli © Thinstock

Sanihelp.it - Spazzolare i capelli è per molte donne un momento di coccola e relax, mente altre lo vivono come un vero incubo. Succede specialmente quando i capelli sono danneggiati da continui trattamenti dal parrucchiere, dall’uso di prodotti inadeguati o dalla mancanza di una beauty routine corretta.

Styling aggressivi e una tecnica di spazzolamento troppo decisa, infatti, danneggiano la superficie e lo strato protettivo della cuticola. I capelli si aggrovigliano, diventano fragili ed elettrici, si impigliano tra le setole o si rompono al primo passaggio di spazzola. Più fibre vengono trovate tra le setole, più il livello di danneggiamento è avanzato.

«La spazzola non mente, soprattutto se si hanno capelli particolarmente fini o si sta attraversando un periodo caratterizzata da frequenti acconciature e tinte - conferma Enrico Mariotti, International Hairstylist per Pantene - In questi casi, oltre all’utilizzo di prodotti rinforzanti, suggerisco per lo spazzolamento l’uso di paddle brush a setole miste, perfette per isolare e sciogliere i nodi. È uno strumento a tutto tondo che può essere usato per dare volume e ottimizzare la lucentezza: assicura entrambi i risultati in maniera uniforme».

Il dottor Joel Coret, membro del Pantene Pro-V Hair Research Institute, esperto in struttura dei capelli, aggiunge: «Le donne pensano  che i danni ai capelli possono avvenire solo in superficie, a causa di agenti esterni. Invece i capelli possono danneggiarsi anche dall’interno: quando le proteine si spezzano, il capello si indebolisce. Quando questo accade, internamente possono formarsi delle fessure che portano alla rottura: basta una piccola zona danneggiata per causare fragilità».

Bisogna dunque rinunciare alla messa in piega del sabato? No, è sufficiente restituire ai capelli gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno. Jamal Hammadi, hair stylist di Los Angeles e curatore del look delle star più importanti di Hollywood, non si stanca mai di sottolineare quanto sia importante «nutrire, rafforzare e ricaricare i capelli, sia dall’interno attraverso un’alimentazione sana e ricca di vitamine (eventualmente supportata da integratori specifici), sia dall’esterno grazie all’utilizzo di prodotti studiati appositamente per dare vitalità ai capelli fragilizzati e soggetti a rottura».

Oltre all’utilizzo di shampoo e balsamo ricchi di ingredienti ristrutturanti, è fondamentale effettuare una volta o due alla settimana un trattamento intensivo, che aiuti i capelli a recuperare elasticità e pettinabilità e li renda immediatamente più resistenti e nutriti.

Maschere, oli, sieri, fluidi e creme, con o senza risciacquo, a base di ingredienti come cheratina vegetale, burro di karité, collagene marino, acido ialuronico, oli vegetali (di sesamo, caffè, camelina), vitamina E, proteine della soia e del grano, riempiono le zone danneggiate del capello, lo reidratano in profondità, accelerano il processo di cheratinizzazione e la sintesi di collagene ed elastina, ricostituiscono il film idrolipidico del capello.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti