Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

EGCG causa la morte delle cellule del tumore alla bocca

Scoperto composto del tè verde che uccide cellule tumorali

di
Pubblicato il: 24-03-2015

L'antiossidante EGCG, un composto contenuto nel tè verde, sarebbe in grado di uccidere selettivamente le cellule maligne del cancro alla bocca.

Scoperto composto del tè verde che uccide cellule tumorali © Thinstock

Sanihelp.it - Un composto contenuto nel tè verde potrebbe innescare un meccanismo in grado di uccidere le cellule del tumore alla bocca, senza peraltro produrre alcun effetto sulle cellule sane.

«Già altri studi avevano precedentemente dimostrato come l’antiossidante epigallocatechina-3-gallato (EGCG), un composto presente nel tè verde, fosse stato in grado di indurre la morte delle cellule cancerose della bocca senza danneggiare le cellule sane, ma i ricercatori non avevano compreso il meccanismo nascosto dietro questa sua capacità – commenta Joshua Lambert, professore associato di Scienze dell'alimentazione presso la Pennsylvania State University nonché autore dello studio – Il presente studio invece spiega la modalità con cui l'EGCG innesca nei mitocondri un processo che porta alla morte cellulare».

Per capire questo meccanismo, i ricercatori della Pennsylvania State University hanno studiato e confrontato la modalità di azione dell’EGCG, il principale polifenolo contenuto nel tè verde, sia sulle cellule sane che cancerose della mucosa orale, scoprendo quindi come una proteina chiamata sirtuin 3 (SIRT3) sia fondamentale per il processo.

«La proteina SIRT3 svolge un ruolo molto importante nella respirazione cellulare e nella risposta antiossidante che avviene in molti tessuti del corpo – spiega il dottor Lambert – tanto che si potrebbe avanzare l’ipotesi secondo cui l’EGCG potrebbe influenzare selettivamente l'attività di questa proteina, inibendola nelle cellule tumorali e incentivandola nelle cellule sane».

In altre parole, sembra che l’EGCG contribuisca a bloccare l’attività dei mitocondri (quegli organelli che forniscono energia alla cellula) nelle cellule tumorali, favorendone così la morte, incentivando nel contempo la funzione mitocondriale ed i meccanismi di difesa antiossidanti nelle cellule sane.

Ecco perché il dottor Lambert ipotizza la possibilità di impiegare l’EGCG anche nel trattamento di altri tipi di tumore, auspicando nel contempo il subitaneo inizio di una vera e propria sperimentazione sul consumo di tè verde in qualità di terapia anti-tumorale.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Pennsylvania State University

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti