Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le donne ricordano più degli uomini: merito degli estrogeni

di
Pubblicato il: 27-03-2015

Sanihelp.it - «Le donne hanno una memoria incredibile, prodigiosa. Rammentano ogni attimo, ogni dettaglio d'amore», diceva Giorgio Albertazzi, famoso attore e regista toscano. Non rappresenta certo una novità che, in una coppia, solitamente la metà più precisa e affidabile nel ricordare avvenimenti, ricorrenze e compleanni sia quella femminile: mentre il maschio solitamente sotto questo punto di vista arranca vistosamente. Ebbene, esiste una ragione scientifica alla base di questa differenza, ed è stata spiegata in questi giorni dai ricercatori della Mayo Clinic.

Gli scienziati americani hanno infatti analizzato le capacità cognitive di circa 1200 volontari, di età compresa tra i 30 e i 95 anni. L'esito di questa sperimentazione ha portato a confermare che per entrambi i sessi il declino mnemonico inizia girata la boa dei 30 anni: tuttavia, per quel che concerne gli uomini, il peggioramento risulta ben più marcato dopo i 40 rispetto alle donne. Non solo: mettendo a confronto l'ippocampo, la zona del cervello che controlla la memoria, dei soggetti di più di 60 anni, è risultato evidente come quello maschile risulti solitamente più ristretto.

Il merito di queste capacità cognitive più sviluppate sarebbe da attribuire agli estrogeni, i principali ormoni sessuali femminili, che secondo i ricercatori statunitensi sarebbero in grado di proteggere i neuroni del cervello, oltre a tutelare l'organismo delle donne da rischi quali ipertensione, osteoporosi e infezioni del tratto urinario, tutti disturbi che non a caso vedono aumentata l'incidenza con l'arrivo della menopausa. I risultati di questa sperimentazione risultano analoghi a quelli prodotti qualche tempo addietro dall'analisi dell'Università di Cambridge, secondo cui le donne dimostrano una maggiore capacità di recupero e riutilizzo di vecchie informazioni. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Mayo Clinic, UniversitÓ di Cambridge

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti