Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Da Pasqua all'estate: i consigli per ritrovare la silhouette

di
Pubblicato il: 07-04-2015

Sanihelp.it - Ben 6 donne su 10 si preoccupano per il peggioramento di cellulite e della pelle a buccia d'arancia dovuto all'eccesso di dolci e cibi grassi delle festività di Pasqua, e dai chili di troppo che non riusciranno a smaltire prima dell'estate. 

Il 21% dichiara di essere preoccupata, ma è sicura che subito dopo le vacanze risolverà il problema con un esercizio fisico costante, la dieta e l’utilizzo di prodotti specifici come creme e fanghi

Sono alcuni dei risultati di una ricerca del Centro Studi Guam, effettuata su 800 donne tra i 25 e i 50 anni. Il 58% delle donne ha detto no alla colomba pasquale (500 Kcal per 100 grammi), il 25% è riuscita a rimanere lontana dalle uova di cioccolata (550 kcal per 100 grammi) e il 12% ha bandito il casatiello napoletano con strutto e salame (397 kcal per 100 grammi).

Solo il 3% dichiara di poter rinunciare all’abbacchio (162 kcal per 100grammi) e appena il 2% a un piatto di tagliatelle all’uovo con ragù d’agnello (576 kcal per 100 grammi).

Dalla cosmetologa Manuela Mai arrivano i consigli da adottare subito dopo il ponte pasquale. «Massaggiate quotidianamente glutei e cosce con setole morbide per favorire la circolazione periferica e irrorare bene i tessuti, migliorando il metabolismo locale. In alternativa, alternate getti d’acqua fredda e calda durante la doccia per una efficace ginnastica vascolare. 

Camminate almeno 30 minuti al giorno a passo sostenuto e aiutate l’organismo a liberarsi dalle tossine con bagni di vapore e saune. Usate scarpe comode: un tacco di 5 cm è l’ideale per favorire la risalita del sangue».

«A tavola, abolite i cibi troppo salati: per aumentare la diuresi e vincere la ritenzione idrica evitare i cibi che ne sono ricchi come salumi, salse, conserve, formaggi stagionati, prodotti affumicati e cibi in scatola. Anche il tonno al naturale – pur essendo poco calorico – è una miniera di sodio. Per condire e dare sapore è utile rifornire la dispensa di spezie ed erbette», aggiunge la dottoressa Samantha Biale, nutrizionista e diet coach italiana.

Se mangiate spesso fuori, puntate su pasti a base di proteine (carne/pesce), verdure e pochi carboidrati: è la combinazione giusta per tenere sotto controllo i livelli di insulina che, quando troppo alti, favoriscono l’aumento di peso. Quando vi concedete la pasta, sceglietela integrale e cuocetela al dente: avrà un indice glicemico più basso e i suoi zuccheri passeranno meno rapidamente in circolo.

Bevete almeno due litri di acqua al giorno, meglio se con residuo fisso inferiore a 50 mg/l (vedere l’etichetta) per un più spiccato effetti diuretico, e distribuirla a piccole dosi nell’arco della giornata per favorire l’eliminazione delle scorie che causano ritenzione idrica e gonfiore.

Quando vi capita di esagerare a tavola, basta seguire la dieta del giorno dopo, assumendo molti liquidi già a colazione, per esempio, tè verde o latte di soia senza zucchero. Il pranzo va limitato a pesce o carne cotti alla griglia con verdure e per cena è perfetta una minestra, seguita da abbondante verdura e magari un pezzo di formaggio fresco leggero: si agevola il drenaggio e si compensano le calorie in eccesso. Evitate di saltare i pasti: la fame improvvisa e vorace spinge a consumare snack poco salutari».

Infine, i cosmetici. «I fanghi sono un rimedio naturale tra i più efficaci per contrastare gli inestetismi della cellulite e le adiposità cutanee grazie alla ricchezza di alghe marine, note per l'azione drenante e stimolante sul microcircolo - sottolinea la dottoressa Mai - Non esiste un periodo specifico per iniziare un trattamento anticellulite poiché è la prevenzione costante durante tutto l’anno a dare i migliori risultati. Per chi non è stata previdente, il momento ideale per cominciare è subito dopo Pasqua». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Guam

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti