Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tutto speciale Candida

Endometriosi: cos'è, i sintomi e la cura

di
Pubblicato il: 27-04-2015

L'endometriosi è una malattia caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale che si sviluppa in altre zone fuori dall'utero.

Endometriosi: cos'è, i sintomi e la cura © Thinstock

Sanihelp.it - L’endometriosi è una malattia che colpisce le donne in età fertile ed è caratterizzata dalla presenza della mucosa che riveste internamente l’utero (l'endometrio) al di fuori della cavità uterina, in sedi anomale come ovaie, vescica e intestino, più raramente in altri organi (polmoni e cute).

Le cause di questa patologia, a tutt’oggi, sono ancora poco note, tuttavia, sembra che la mestruazione retrograda (flusso parziale del sangue mestruale attraverso le tube nella cavità addominali) sia la causa principale. Anche le emorragie mestruali prolungate, i cicli abbreviati, alcune sostanze inquinanti (es. diossina) e i fattori genetici ne aumentino il rischio.

tra i sintomi più comuni dell’endometriosi ci sono: dismenorrea (le mestruazioni dolorose); dolore durante i rapporti sessuali, dolore al basso addome, disturbi urinari o intestinali (alternanza stipsi-diarrea). Nella fase iniziale della malattia tali disturbi tendono ad essere poco intensi e a comparire in corrispondenza del ciclo o si manifestano in situazioni particolari come ad esempio dopo un rapporto sessuale, alla minzione o alla defecazione. Progressivamente, i sintomi diventano costanti e molto forti. Talvolta si accompagnano a senso di malessere generale, disturbi addominali diffusi, senso di pesantezza, stanchezza cronica e sbalzi dell’umore.

L’endometriosi può interferire in diversi modi sulla fertilità della donna, tuttavia non è sempre facile da diagnosticare perché i sintomi possono essere facilmente scambiati con quelli di altre patologie. L’unico accertamento che permette di stabilire con certezza la malattia è la laparoscopia, un intervento eseguito in anestesia totale, che richiede da 2 a 4 piccole incisioni cutanee nella regione ombelicale e in zone diverse del basso addome. Il medico in questo modo può osservare la cavità addominale attraverso un’ottica che viene introdotta nell’addome. La diagnosi viene confermata con l’esame microscopico del tessuto prelevato.

Per quanto riguarda la cura, non esiste un’unica strada, ma una soluzione personalizzata. La terapia o l’eventuale combinazione di diverse terapie devono essere adattata alla paziente, caso per caso.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
http://www.patient.co.uk/health/endometriosis-leaflet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti