Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Un bambino alla settimana muore per soffocamento

Soffocamento da cibo: le regole per i genitori

di
Pubblicato il: 28-04-2015

Alcuni cibi hanno un elevato rischio di soffocamento. Ma la casa nasconde anche altre insidie. Le regole di prevenzione e la top ten degli alimenti più rischiosi.

Soffocamento da cibo: le regole per i genitori © Thinstock

Sanihelp.it - Ogni anno in Italia più di 50 bambini (1 a settimana) perdono la vita per soffocamento causato dall’ostruzione delle vie aeree. La fascia più esposta è quella dai 12 ai 36 mesi, ma anche nei primi mesi di vita i rischi non mancano. 

Alcuni recenti episodi hanno richiamato l'attenzione sull'importanza di una conoscenza delle procedure idonee a effettuare la disostruzione delle vie aeree.

Per questo il 20 aprile 2015 il Ministro della salute Beatrice Lorenzin, Lorella Cuccarini, socio fondatore e testimonial dell’associazione Trenta Ore per la Vita Onlus, e Marco Squicciarini, medico esperto in manovre di disostruzione pediatrica, hanno presentato la Giornata sulle manovre di disostruzione pediatrica

L'obiettivo della Giornata è quello di proporre, imparare e divulgare la cultura del primo soccorso pediatrico, promuovendo la consapevolezza che tutti possono fare la differenza attraverso la conoscenza di poche e semplici manovre anti-soffocamento.

Nell'86% dei casi, gli incidenti dei bambini causati dall'inalazione di un alimento come corpo estraneo avviene in presenza di un adulto: è un dato censito dal registro Susy Safe. Il registro rivela, anche, come la supervisione degli adulti non sia sempre attiva, ovvero la maggior parte di loro, genitori, educatori, babysitter non conosce i rischi presentati da determinati alimenti.

Nel corso della giornata, gli esperti hanno ribadito innanzitutto le regole di sicurezza da seguire in casa. Controlla che in cucina, sotto al lavello, non ci siano le pasticche per la lavastoviglie e similari. In salone controlla che caramelle, pistacchi, nocciole, taralli non siano sul tavolo basso, o alla portata di bambino. I telecomandi è meglio tenerli in alto e fuori dalla portata dei bambini: a volte cadendo escono le pile.

Applica ai cassetti bassi le molle di sicurezza anti-apertura bimbo, soprattutto se al loro interno si trovano bottoni, spilli e aghi con filo. In camera da letto ricorda di liberare i comodini da tutti quegli oggetti che possono essere pericolosi per i bambini, come i farmaci.

Non lasciare mai a portata dei bambini borse con portamonete con 50 centesimi, 1 euro, 2 euro e spicci vari. Attenzione al ripostiglio degli attrezzi, dove si trovano cacciaviti, viti, bulloni, colle, topicidi. Ricorda di chiudere sempre a chiave i ripostigli.

Ricorda di tenere chiuse le finestre o proteggere i balconi con le ringhiere troppo larghe: un bambino piccolo infila la testa ovunque. Ricorda sempre di tenere lontano dai bambini i giochi dei fratellini più grandi. 

La top ten degli oggetti pericolosi? Giocattoli smontabili, pile al litio, magneti, detersivi, tappetti delle penne, palline di ogni tipo e materiale, caramelle rotonde e grandi, pistacchi e nocciole, monete, ciondoli e bottoni.

La maggior parte dei cibi responsabili di gravi incidenti da soffocamento hanno i seguenti requisiti: sono piccoli, rotondi, appiccicosi, hanno forma cilindrica o conforme alle vie aeree del bambino (uva, hot dog, wurstel, ciliegie, mozzarelline, carote a fette, arachidi, pistacchi), pur tagliati non perdono la loro consistenza (pere, pesche, prugne, susine, tozzetti , biscotti fatti in casa), si sfilacciano aumentando l’adesione alle mucose (grasso del prosciutto crudo, finocchio), hanno una forte aderenza (carote julienne, prosciutto crudo).

Molti di questi possono essere resi ancora più pericolosi dalla modalità di somministrazione. Infatti, se un wurstel o un chicco di uva venissero tagliati in pezzettini piccoli, perderebbero la loro capacità di chiudere le vie aeree di un bambino e di conseguenza sarebbero meno rischiosi.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero della salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti