Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Combattere l'insonnia con la tecnica di respirazione 4-7-8

di
Pubblicato il: 04-05-2015

Sanihelp.it - L'insonnia è un disturbo del sonno relativamente comune, tanto che colpisce circa un terzo della popolazione adulta mondiale. Pur essendo una problematica maggiormente diffusa tra le donne, la mancanza di sonno spesso aumenta con l'età, colpendo ambedue i sessi nello stesso modo.

Oltre ad avere problemi a dormire durante le ore notturne, le persone che soffrono di insonnia possono accusare le conseguenze derivate dalla mancanza di sonno nel corso dello svolgimento delle normali attività quotidiane, per esempio addormentandosi durante le riunioni, registrando problemi di concentrazione e di memoria, nonché sentendosi stanchi e spesso irritabili.

«Dal momento che può interferire con la regolazione dei livelli di glucosio nel sangue, l’insonnia persistente costituisce anche un fattore di rischio per il diabete di tipo 2 e l'aumento di peso – spiega il dottor Andrew Weil, famoso medico statunitense impegnato da tempo nella diffusione di pratiche e tecniche della medicina integrativa – Una prolungata mancanza di sonno può inoltre innalzare i livelli dell’ormone dello stress, causando così un aumento della pressione sanguigna e del rischio di insorgenza di processi infiammatori associati con malattie croniche».

Attualmente, nonostante l’ampia promozione di sedicenti cure per l’insonnia, non risulta ancora disponibile sul mercato alcun rimedio garantito. Tuttavia esistono degli accorgimenti utili per migliorare la qualità e la durata del sonno, come l’esecuzione routinaria di una serie di gesti precisi prima di andare a dormire (come fare un bagno caldo, concedersi una passeggiata o praticare alcuni esercizi di meditazione), andare a letto ed alzarsi sempre alla stessa ora, ridurre il consumo di caffeina e di alcolici, evitare cene troppo abbondanti, e fare più esercizio fisico durante il giorno.

Per favorire il sonno inoltre il dottor Weil suggerisce la tecnica 4-7-8, un esercizio di rilassamento basato sulla respirazione ed eseguibile una volta sdraiati nel letto: prima di tutto, bisogna svuotare i polmoni espirando attraverso la bocca, quindi chiudere la bocca ed inspirare attraverso il naso, contando fino a 4; a questo punto è necessario trattenere il respiro giusto il tempo di contare fino a 7 e poi espirare contando fino a 8, ripetendo infine l’intera sequenza per tre volte.

«Questi esercizi di respirazione, così come lo yoga e la meditazione, non costituiscono delle cure per l’insonnia, ma possono condurre ad uno stato di rilassamento utile a favorire il sonno – spiega il dottor Weil – L’importante è non fare dell’insonnia un’ossessione. Diversi studi hanno infatti dimostrato (per la verità in maniera non così sorprendente) che più si cerca di dormire, maggiori difficoltà si avranno nel riuscirci. Per questo potrebbe essere utile ricordare a sé stessi che, nonostante l'insonnia sia fastidiosa, non è pericolosa per la vita!».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
DrWeil.com

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti