Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il paradosso dell'obesità nel diabete di tipo 2

di
Pubblicato il: 06-05-2015

Sanihelp.it - Uno studio pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine ha evidenziato come i pazienti con diabete di tipo 2 in sovrappeso, ma non obesi tendono a vivere più a lungo rispetto ai pazienti con diabete di tipo 2 normopeso o sottopeso.

Gli autori dello studio hanno analizzato i dati relativi a 10500 pazienti con diabete di tipo 2, nessuno affetto da malattie cardiovascolari a inizio studio: tutti i pazienti sono stati seguiti per 10 anni e mezzo.

I pazienti in sovrappeso o obesi hanno evidenziato una maggiore propensione a sviluppare eventi cardiovascolari, ma i pazienti in sovrappeso hanno registrato un miglior tasso di sopravvivenza rispetto ai pazienti normopeso o sottopeso. 

I pazienti con diabete di tipo 2 che non hanno problemi di peso sono spesso anche forti fumatori e consumano anche notevoli quantità di alcol; questi fattori  favoriscono l'insorgenza di diabete, ma non costituiscono fattori di rischio per l’aumento ponderale.

I pazienti obesi o sovrappeso vengono regolarmente sottoposti a test di screening per fare diagnosi precoce di diabete, mentre le persone normopeso o sottopeso si accorgono di aver sviluppato il diabete di tipo 2 spesso in maniera del tutto casuale e quindi, la patologia ha tempo e modo di produrre danni che possono giustificare la più precoce mortalità. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti