Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli ipertesi, l'insonnia, il troppo sonno e il rischio ictus

di
Pubblicato il: 18-05-2015

Sanihelp.it - I pazienti ipertesi che dormono meno di 5 ore per notte o più di 8 ore per notte hanno una maggiore probabilità di patire un ictus: lo rivela uno studio presentato al meeting annuale  dell’American Society of Hypertension.

Gli autori dello studio hanno analizzato i dati relativi a 203794 pazienti ipertesi: quelli che dormivano abitualmente meno di 5 ore per notte hanno evidenziato l’83% di probabilità in più di patire un ictus rispetto agli ipertesi abituati a dormire dalle 7 alle 8 ore di sonno per notte.

I pazienti ipertesi abituati a dormire regolarmente più di 8 ore per notte hanno evidenziato il 73% di probabilità in più di patire un ictus, rispetto agli ipertesi che dormivano regolarmente per 7-8 ore per notte.

Gli autori dello studio anche aggiustando i dati ottenuti con altri fattori di rischio per l’ictus come l’attività fisica e il vizio del fumo, hanno comunque trovato che chi dorme poco ha un significativo aumento del rischio ictus: nessuno studio, fin’ora, aveva trovato una così forte impennata di rischio relazionata a poche ore di sonno per notte. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti