Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Pulizia del viso: che tortura!

di
Pubblicato il: 10-05-2005

Lasciamo per un attimo in disparte la salute e parliamo di bellezza, in particolare di pulizia del viso.È un trattamento doloroso, ma il risultato è da far invidia...

Sanihelp.it - Per essere belle bisogna soffrire: quante volte ci siamo sentite dire questa frase dalle nostre nonne?  
 
Ma forse alla loro epoca non esisteva quella pratica straziante che si chiama pulizia del viso
 
Inutile negarlo, è una cura rigenerante per il viso: elimina le impurità, idrata e rivitalizza la cute. E non c’è che dire, il risultato è esaltante: una carnagione rosea e uniforme, una pelle morbida e levigata. 
 
Ma per arrivare a tanta perfezione bisogna per forza passare un’ora d’inferno sotto le grinfie di un’estetista pronta a spremere qualsiasi rigonfiamento presente sulla nostra faccia?  
 
Purtroppo sì, ma per evitare spiacevoli sorprese è fondamentale rivolgersi a chi è competente ed esperto.  
L’estetista farà una diagnosi del tipo di pelle che deve trattare e sceglierà i prodotti più adatti.  











  1. Il tutto ha inizio con la detersione del viso dal trucco e dalle impurità (smog, cellule morte, sudore, untuosità, sebo, sporco), mediante un latte detergente e un tonico disinfettante e rinfrescante.
  2. Per dilatare i pori (e facilitare la rimozione di foruncoli e punti neri), il viso viene sottoposto a una leggera vaporizzazione: il calore rilassa l'epidermide e stimola la circolazione.
  3. Un gommage rimuoverà lo strato superficiale della pelle, che diventerà rosea e meglio irrorata.
  4. Inizia l’azione d’urto, cioè la spremitura di punti neri e brufoletti che, ahinoi, sono localizzati nei punti più sensibili del viso: naso, mento e bordi delle labbra.  
    È qui che si misura l’abilità dell’estetista, che non sta nel risparmiare alla cliente il dolore (inevitabile), quanto nel saper riconoscere i comedoni da strizzare: quelli gialli, cioè maturi, vanno schiacciati, mentre quelli arrossati e dolenti non devono essere toccati.
  5. Il sacrificio viene ricompensato con una maschera superidratante, scelta in base al tipo di pelle.
  6. Infine viene applicata una crema specifica tramite un paradisiaco massaggio a viso, collo e spalle.
È consigliabile eseguire questa pulizia una volta ogni due mesi. Il trattamento dura un’ora e mezza e costa dai 30 euro in su. È bene cominciare quando compaiono i segni della pubertà (brufoli, punti neri, couperose).  
 
E se al termine del trattamento lo specchio rimanda un’immagine atroce di un mostro violaceo e puntinato, non disperate: la pelle subisce un trauma durante la strizzatura, ma il rossore scompare in pochi giorni. 
 
Ecco perché non è consigliabile fare la pulizia del viso prima di un appuntamento importante…  
Ma se ormai il gioco è fatto, applicate un impacco lenitivo a base di azulene o di lozione demineralizzante: il rossore dovrebbe scomparire più rapidamente.  
 
E voi maschietti non ridete sotto i baffi... L'estetista aspetta anche voi per una bella pulizia del viso!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2.67 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti