Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il barbecue aumente le capacità antiossidanti delle verdure

di
Pubblicato il: 04-06-2015

Sanihelp.it - Diciamoci la verità: nonostante gli esperti abbiano rivelato una correlazione piuttosto evidente tra l'assunzione prolungata ed esagerata di carne rossa e un aumento del rischio di sviluppare tumori, chi tra i non vegetariani non cede ogni tanto al fascino di una bella grigliata di carne, magari fatta con famiglia o amici sul barbecue in giardino? Si tratta di un'antica tradizione, a cui si ricorre specialmente negli Stati Uniti durante festività come il 4 luglio, Giorno dell'Indipendenza.

Se pensate che il barbecue sia un metodo di cottura dannoso a prescindere, per i fumi che emana e per l'alta facilità con cui i cibi possono uscirne bruciacchiati, vi sbagliate di grosso. Una grigliata che si rispetti è accompagnata ovviamente anche da verdure preparate alla stessa maniera: verdure che, secondo due studi separati, vedrebbero esaltate le loro proprietà nutrizionali rispetto, per esempio, alla cottura al vapore. Questo è il risultato, che per certi versi contraddice una credenza popolare piuttosto diffusa, a cui è giunto sia uno studio spagnolo pubblicato sul Journal of Food Culture, sia i ricercatori del Consiglio per la ricerca e l'analisi dell'economia agraria, che hanno visto pubblicata la propria analisi sulla rivista specializzata Journal of Agricultural and Food Chemistry.

In particolare, quest'ultima sperimentazione ha deciso di prendere come metro di paragone le melanzane, tipica verdura da grigliata ricca di principi nutritivi: tra questi si possono citare i polifenoli, molecole a cui sono state attribuite azioni di contrasto nei confronti di tumori, infiammazioni, colesterolo e patologie epatiche grazie alle proprietà fortemente antiossidanti. Un luogo comune vuole che il barbecue diminuisca, o annulli, tali proprietà: ma, viceversa, gli esperti italiani hanno notato un aumento dei livelli di polifenoli a seguito del metodo di cottura in questione.

Dunque, al contrario di quanto succede con la carne, quando si espongono le verdure alla fiamma viva e al fumo non si corrono rischi di sviluppare sostanze cancerogene: il motivo risiede nel contenuto d'acqua si questi alimenti, talmente ricco da evitare la composizione di elementi tossici anche a temperature molto elevate. L'unica accortezza che occorre avere è quella di fare attenzione a non carbonizzarle: ma, d'altro canto, anche un cuoco dilettante dovrebbe essere in grado di non incenerire le melanzane!

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Journal of Food Culture, Consiglio per la ricerca e l'analisi dell'economia agraria, Journal of Agricultural and Food Chemistry

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti