Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Le bevande zuccherine e la steatosi epatica non alcolica

di
Pubblicato il: 08-06-2015

Sanihelp.it - Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Hepatology  e condotto presso la Tufts University consumare quotidianamente una o più bevande zuccherine al giorno aumenta la probabilità di sviluppare steatosi epatica non alcolica, una patologia che determina un pericoloso accumulo di grassi nelle cellule epatiche, pur in assenza di un consumo alcolico patologico.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver analizzato i dati relativi a 2634 soggetti, che hanno compilato dei questionari di consumo alimentare.

Gli studiosi hanno intrecciato i risultati dei questionari relativi al consumo di bevande dolcificate sia gassate che non, con la tomografia epatica dei partecipanti.

La prevalenza di steatosi epatica non alcolica è stata più elevata fra le persone abituate a bere una o più bibite zuccherine ogni giorno, rispetto alle persone che non ne bevevano affatto.

Tale prevalenza si è mantenuta alta anche considerando i fattori di rischio per lo sviluppo della condizione come l’età, il sesso, l’indice di massa corporea (IMC), l’assunzione calorica, il consumo di alcol e il vizio del fumo.

Questo studio si aggiunge al corpo di evidenze che suggeriscono come il consumo di bevande zuccherate possa contribuire allo sviluppo di malattie croniche come il diabete di tipo 2 e anche la steatosi epatica non alcolica. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti