Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Oggi mi fumo... una liquirizia

di
Pubblicato il: 04-03-2005

Disperati per non poter più assaporare una sigaretta al bar con gli amici? Un aiuto a rispettare la normativa antifumo viene dalla natura: è la liquirizia.

Sanihelp.it - Da quando è entrata in vigore la legge antifumo la vendita di liquirizia è più che triplicata.  
 
Allo stato puro, gommosa o in radici, a bastoncini, tronchetti, stringhe, caramelle o pasticche, «è boom negli acquisti di liquirizia da parte dei fumatori, che nel succo saporito di questa pianta officinale cercano un surrogato alla sigaretta negata nei pubblici locali», afferma la Coldiretti in un comunicato.  
 
E vengono forniti anche i dati che testimoniano la diffusione di questa radice, in tutte le sue possibili varianti di consumo: «In Italia vengono prodotti ogni anno circa venticinque milioni di chili di caramelle a base di liquirizia, ottenute da oltre 30 000 tonnellate di radice lavorata, delle quali però solo il 10% è coltivata in Italia».  
 
Ma perché i tabagisti scelgono di ricorrere a questa antica pianta per cercare di sopravvivere all’astinenza da fumo?  
 
Innanzitutto perché portarsi alla bocca un bastoncino e succhiarlo lentamente ricorda la gestualità della tanto amata, e ora vietata, sigaretta, e poi il sapore forte, dolce-amaro, della liquirizia satura il gusto e aiuta a sopportare la mancanza di tabacco.  
 
E la Coldiretti specifica che la liquirizia viene usata anche sotto forma di infusi e decotti nelle terapie per combattere il tabagismo.  
 
Ma dal punto di vista della salute? 
 
Il dottor Piergiorgio Zuccaro, direttore dell’OssFAD (Osservatorio Fumo, Alcol e Droga) all’Istituto Superiore della Sanità, afferma che «la liquirizia assunta come rimedio antifumo è accettabile se non esistono controindicazioni dovute a malattie già conosciute (come diabete o ipercolesterolemia), e se presa senza abusarne». 

E non è tutto: non solo la liquirizia può essere un ottimo risarcimento psicologico e gustativo per i nostalgici fumatori, ma questa pianta presenta anche diverse virtù curative e proprietà terapeutiche, conosciute già nell’antica medicina greco-romana, egiziana e indiana: i suoi principi attivi infatti (acido glicirrizico, flavonoidi, zuccheri e amidi) trovano innumerevoli applicazioni nel campo della salute e dell’estetica. 
 
Se appartieni anche tu all'esercito dei fumatori, entra nel forum e raccontaci cosa pensi dell'uso della liquirizia come sostituto della sigaretta!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti