Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sport

Quella volta che Federica Torti ha esagerato con la corsa

di
Pubblicato il: 30-06-2015

Lo sport fa bene, se fatto correttamente e senza eccessi. La conduttrice TV lo ha imparato a sua spese e ora fa attività fisica regolarmente, ma ponendosi dei limiti.

Quella volta che Federica Torti ha esagerato con la corsa © Web

Sanihelp.it - L’attività fisica rimane uno dei fattori più importanti per la salute e per la prevenzione di molte malattie. Ma quando è fatta male e/o in eccesso rispetto ai propri limiti fisici può avere effetti controproducenti. Ne sa qualcosa Federica Torti, conduttrice tv che, oltre a occuparsi da tempo di sport a livello lavorativo (ha condotto Zona Campionato su Telegenova ma anche Alice Seria A su Sky), ama anche praticarlo. Ecco quello che ci ha raccontato proprio sul suo rapporto con l’attività fisica.

Federica, che cosa ti è successo?

«Per uscire da una delusione amorosa mi sono buttata nella corsa: correvo tutti i giorni, anche per ore. All’inizio mi sentivo bene fisicamente e anche mentalmente, fino a quando, dopo un mese di questo sovrallenamento, ho avuto un’abbondante presenza di sangue nelle urine, cosa che mi ha subito spaventato. Fortunatamente, dopo le analisi del caso, ho scoperto che era ematuria da sforzo».

La presenza di sangue nelle urine, infatti, nella maggior parte dei casi  è un campanello d’allarme da non sottovalutare, ma può anche essere un fenomeno naturale, quando si svolge un’intensa attività sportiva, per via delle piccole lesioni a cui possono andare incontro alcuni organi, fra cui proprio i reni che, quindi, non filtrano perfettamente il sangue e lo lasciano passare nell’urina, che proprio nei reni viene formata.

Che cosa hai fatto?

«Mi è bastato ridurre l’intensità dell’allenamento per non avere più problemi.  Ora però sto attenta a non esagerare anche se, da brava ariete, tendo a non avere vie di mezzo. Non corro più di 3-4 giorni a settimana, un’oretta al massimo senza sforzarmi troppo, senza scatti. E ascolto molto il mio corpo: per esempio appena mi fa male il menisco, rallento».

Riesci a conciliare lo sport con il lavoro?

«Per la corsa basta avere un paio di scarpe adatte (e io le ho sempre con me) e non è difficile trovare 30-40 minuti liberi per correre, anche nei parchi cittadini. Se poi sono in una nuova città, colgo l’occasione per visitarla correndo o camminando veloce».

Figlia di una ex campionessa di nuoto, hai praticato anche equitazione a livello agonistico. Ora c’è solo la corsa?

«Ho lasciato l’equitazione per problemi alla schiena, ancora una volta colpa della mia tendenza a esagerare. Oltre alla corsa mi diletto ogni tanto con l’arrampicata su roccia».

Hai condotto su Sport Italia Outdoor, programma sugli sport estremi. Mai pensato di praticarne alcuni?

«Quelli mandati in trasmissione erano al limite della sopravvivenza. Però in generale li farei: mi sono già informata per provare paracadutismo e parapendio. Ma non da sola e non ho ancora trovato nessuno che voglia cimentarsi con me».

Quali sono i tuoi nuovi progetti lavorativi?

«Non posso anticipare molto, però dovrei iniziare a lavorare a un  programma che abbina calcio e comicità e a un'altra trasmissione, dedicata invece all’automobilismo».

Quindi ancora una volta tv e sport…

«Sì. Però in futuro non mi dispiacerebbe approfondire un po’ l’aspetto della chirurgia estetica soft».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
intervista

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti