Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli alimenti consigliati per combattere l'insonnia da afa

di
Pubblicato il: 30-06-2015

Sanihelp.it - Chiunque abbia seguito le previsioni meteorologiche di questi giorni conoscerà senz'altro il nome «Flegetonte»: gli esperti hanno scelto la denominazione di uno dei fiumi di fuoco infernali dell'oltretomba, descritto tra gli altri da Virgilio, Dante e Boccaccio, per descrivere l'anticiclone africano che investirà l'Italia durante i primi dieci giorni di luglio, facendo schizzare le temperature fino a 38°. L'allarme afa è dunque scattato: saremo pronti a fronteggiare l'arrivo di questa ondata di calore?

Durante le nottate più torride, d'estate, il letto si trasforma in una specie di scomodo sudario, in cui dormire diventa un'impresa più unica che rara. I rimedi tradizionali sono i soliti, e risultano piuttosto grotteschi: mettere il cuscino nel frigorifero è tra i più gettonati. Fortunatamente ci viene incontro la Coldiretti, che in questi giorni ha rivelato come l'alimentazione possa risultare un alleato ben più efficace del freezer per quei 12 milioni di italiani che, secondo le stime dell'associazione dell'agricoltura stessa, soffriranno di insonnia a causa del caldo.

I cibi maggiormente consigliati, in special modo per quelle categorie a rischio quali anziani e bambini, sono riso, pasta, pane, formaggi freschi, lattuga, radicchio, cipolla, aglio, latte caldo, uova bollite e frutta fresca come le pesche; quelli al contrario da evitare per nottate più serene sono spezie come curry e paprika, alimenti in scatola, dado da cucina, caffè, superalcolici. Il vademecum comprende anche raccomandazioni quali evitare digiuni e abbuffate: meglio rimanere leggeri, soprattutto durante il pasto serale, e selezionare accuratamente i suoi ingredienti.

Particolarmente consigliati, dunque, gli alimenti che contengono al loro interno il triptofano, un amminoacido essenziale di cui sono ricchi i latticini, le uova, i pesci, i legumi. Questa sostanza rappresenta infatti il precursore della serotonina, neurotrasmettitore che svolge un ruolo fondamentale nella regolazione dell'umore, dell'appetito, della sessualità e, soprattutto, del sonno. Dunque, un aumento dell'assunzione del triptofano comporta un incremento della secrezione della serotonina, con effetti di contrasto nei confronti dell'insonnia. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti