Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ipertensione e declino cognitivo: quale legame?

di
Pubblicato il: 07-07-2015

Sanihelp.it - Il declino cognitivo è un problema sempre più avvertito dalla popolazione e che si prevede in netto aumento nel prossimo futuro, ecco perché sono moltissimi gli studi che indagano quali possano essere i fattori che aggravano il declino cognitivo, fisiologico con la vecchiaia.

Due studi recentemente pubblicati sulla rivista American Journal of Hypertension hanno cercato di evidenziare il legame fra ipertensione e declino cognitivo.

Nel primo studio è stato possibile evidenziare come i soggetti ipertesi sono a maggior rischio di disabilità cognitiva rispetto ai non ipertesi, e l’ipertensione nei soggetti afro americani ha comportato il maggior tasso di declino cognitivo.

Nel secondo studio, invece, il declino cognitivo è stato indagato nelle donne anziane anche in relazione alla loro assunzione di sale e di farmaci antipertensivi: le donne anziane con ipertensione non controllata o in trattamento con farmaci antipertensivi sono statepiù soggette al declino cognitivo rispetto alle non ipertese.

Il consumo di sale, invece, non ha influenzato il tasso di declino cognitivo né nelle donne con ipertensione non controllata né in quelle in trattamento farmacologico.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti