Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dalle carote ai peperoni, dalle pesche all'anguria

L'abbronzatura vien mangiando

di
Pubblicato il: 04-08-2015

Alcuni vegetali favoriscono un'abbronzatura più rapida e uniforme. Altri rinfrescano e rendono più piacevole la giornata in spiaggia. Ecco come farne il pieno.

L'abbronzatura vien mangiando © Thinstock

Sanihelp.it - Per ottenere una pelle perfettamente idratata, liscia e (soprattutto) dorata, affidarsi unicamente alle creme solari può non bastare: bisogna cominciare dalla tavola dove, oltre a bere molta acqua ogni giorno, Cortilia.it e Coldiretti consigliano di selezionare cibi di stagione rinfrescanti e dissetanti, poveri di calorie e ricchi di vitamine e betacarotene. Qualche esempio.

Le carote sono tra le verdure più ricche di vitamina A (ben 1200 microgrammi per 100 grammi di parte edibile) che, oltre a favorire l’abbronzatura, proteggono la pelle dai segni dell’invecchiamento. È bene sgranocchiarne qualcuna prima di recarsi in spiaggia.

Seguono gli spinaci, che ne hanno circa la metà, a pari merito con il radicchio. D’aiuto per abbronzarsi più in fretta anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, fragole e ciliegie.

Pesche, angurie e meloni sono alternative gustose alle verdure, ricche di carotenoidi, i precursori della vitamina A, ideali per promuovere la sintesi della melanina e la conseguente colorazione della pelle. L’albicocca, oltre a favorire l’abbronzatura, contrasta i radicali liberi contribuendo ad accelerare il metabolismo. Frutti che possono essere consumati singolarmente o in una golosa macedonia.

Il sedano è un ottimo rimedio anticaldo: contribuisce a regolare la pressione sanguigna, che con il caldo tende a scendere causando debolezza, giramenti di testa o piccoli mancamenti. Ed è anche un ingrediente perfetto per preparare freschissime acque aromatizzate: una versione semplice e gustosa prevede l’immersione in un litro d’acqua di due spicchi di mela verde, un gambo di sedano e qualche pezzetto di melone.

Anche le zucchine, a bassissimo contenuto calorico, sono composte per il 95% d’acqua e rappresentano quindi un ottimo alleato contro la disidratazione. Non solo: sono anche un’ottima fonte di minerali (tra cui potassio, ferro, calcio e fosforo). Perfette da gustare grigliate o saltate in padella a pranzo o a cena.

Un succo disintossicante e rinfrescante si ottiene centrifugando zucchine, cetrioli, gambi di sedano a cui aggiungere a piacere spinaci, foglie di cavolo e succo di limone: favorisce la digestione e il drenaggio dei liquidi in eccesso. Un’alternativa per incentivare l’abbronzatura, rinfrescandosi in spiaggia, è il frullato di peperone rosso e semi germogliati (alfalfa, trifoglio rosso, broccolo), che si ottiene centrifugando il tutto con mezzo cetriolo e qualche foglia di menta fresca.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cortilia.it, Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti