Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sport

Tumore ai testicoli per Ivan Basso

di
Pubblicato il: 14-07-2015

La scoperta dopo una caduta allultimo Tour de France. Il ciclista, subito ritiratosi, sarà operato già oggi.Ma non c'è un legame con lo sport.

Tumore ai testicoli per Ivan Basso © Web

Sanihelp.it - Mercoledì 8 luglio si è corsa la quinta tappa del Tour de France, da Arras ad Amiens. Una tappa, la prima completamente in territorio francese, costellata da molte cadute, compresa quella del ciclista italiano Ivan Basso. Fin qui normale cronaca sportiva.

In quella caduta Ivan picchia il testicolo sinistro sulla sella, come avviene spesso. Ma il dolore continua anche nei giorni successivi, tanto che ieri, il 13 luglio, il corridore decide di sottoporsi a una visita urologica. E la TAC mostra quello che non ti aspetti e non vorresti vedere: cellule tumorali.

A raccontarlo è stato lo stesso sportivo in conferenza stampa ieri, annunciando il ritiro dalla gara e il ritorno in Italia, a Milano, per operarsi oggi 14 luglio. «Quello che sta succedendo lo sapete già, quello che ci tenevo a dirvi è che affronterò quesa prova con la grinta di sempre» ha poi scritto su Facebook ai tanti sostenitori. 

Per lui parole di incoraggiamento anche da molti colleghi, compreso Lance Armstrong che ha sofferto della stessa malattia, riuscendo poi a tornare sui pedali. Ma questo non significa che ciclismo e tumore ai testicoli siano collegati: «Non ci sono evidenze scientifiche che dimostrino la presenza di un legame, nè tanto meno di un collegamento tra questa forma di cancro e l'abitudine di muoversi in bicicletta, anche perché questa neoplasia non é legata a un trauma, come può essere lo sfregamento della zona sul sellino» ha dichiarato all'AGI Michele Gallucci, direttore dell'Unità operativa complessa di Urologia oncologica dell'Istituto nazionale tumori Regina Elena di Roma e presidente dell'Associazione Urologi italiani, dopo l'annuncio di Basso. 

«È possibile che il ciclismo possa anticiparne l'insorgenza, ma non c'é nulla di scientificamente dimostrato ed é invece più probabile che quando questo tumore colpisce uno sportivo famoso, l'accaduto faccia più notizia. Del resto, il tumore ai testicoli é tipico nei soggetti giovani, specialmente fra i 18 e i 30 anni». 

Una sola raccomandazione da fare ai cosiddetti ciclisti della domenica: «Fare una corsetta di 500 metri dopo esser scesi dalla bici o sdraiarsi a terra e muovere le gambe in aria come se si pedalasse. Questi piccoli esercizi aiutano a far defluire il sangue dalla zona ed alleviano il fastidio che molti provano dopo esser stati molto tempo sulla sella» conclude Gallucci.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos, Agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti