Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Uomo

Uno-due caffè al giorno alleati sotto le lenzuola

di
Pubblicato il: 28-07-2015

Un'assunzione moderata di caffeina riduce il rischio di andare incontro a un problema di erezione, anche in chi ha fattori di rischio come sovrappeso e ipertensione.

Uno-due caffè al giorno alleati sotto le lenzuola © Thinstock

Sanihelp.it - Una buona notizia per gli amanti del caffè di sesso maschile: chi consuma tra 85 mg e 170 mg di caffeina al giorno, più o meno l'equivalente di una-due tazzine, ha il 42 per cento in meno possibilità di andare incontro a disfunzione erettile rispetto a chi non ne assume per nulla. A questo risultato è giunta una ricerca dell'Università del Texas, pubblicata sulla rivista scientifica Plos One, condotta analizzando i dati di circa 4000 uomini e valutando la quantità di caffè, tè, bevande gassate e bevande sportive che hanno consumato in media al giorno.

La ricerca ha individuato, inoltre, come il beneficio non aumenti all’incremento della quantità di caffeina: chi ne assume quotidianamente tra 171 e 303 mg, infatti, ha sempre un minore probabilità di andare incontro a un problema di erezione, ma solo del 39 per cento. È, quindi, un consumo moderato a fare la differenza. 

Perché la caffeina aiuta a tener lontani i problemi erettili? Secondo gli studiosi l'effetto è dovuto al fatto che questa sostanza innesca una serie di meccanismi che inducono le arterie del pene a rilassarsi, aumentando il flusso sanguigno.

Stando sempre alla ricerca americana, l’effetto positivo della caffeina sulla riduzione del rischio di disfunzione erettile si fa sentire anche negli uomini che hanno fattori di rischio per tale problema, come sovrappeso, obesità e ipertensione: «Abbiamo visto una riduzione della prevalenza di disfunzione erettile negli uomini obesi , in sovrappeso o ipertesi, ma ciò non è accaduto in chi invece era affetto da diabete» sottolinea David Lopez, autore dello studio. «Ciò non sorprende perché il diabete è uno dei più forti fattori di rischio per la disfunzione erettile».

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti