Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Consigli pratici

Sequenze yoga: come realizzarle in sicurezza

di
Pubblicato il: 25-08-2015

Destreggiarsi senza problemi tra le asana

Sanihelp.it - Le sequenze sono parte della pratica yoga. Dai Saluti al Sole, sino a tutto ciò che l'insegnante può proporre in modo "fluido" alla classe, si possono avere a disposizione moltissime alternative di questo tipo.

Ma spesso è proprio nella realizzazione di una sequenza dinamica che ci si ritrova a farsi male o, comunque, che l'allievo può "perdersi" e non riuscire a seguire quanto viene proposto dall'insegnante.

Allora, come fare? Come affrontare al meglio le sequenze? Un consiglio fondamentale è il seguente: prestate sempre attenzione. Proprio il momento in cui si cambia la posizione sarà quello nel quale il vostro cervello dovrà rimanere concentrato, evitando di pensare alla giornata appena trascorsa, o a quella che sta per iniziare.

Se non prestate attenzione a ciò che state facendo potreste mettere male un piede, allungarvi troppo o posare a terra le mani nella posizione sbagliata, cadendo o, comunque, perdendo il filo della sequenza stessa.

Cercate, quindi, di affrontare la lezione di yoga, sia che si realizzi con un insegnante, sia che si tratti di una pratica solitaria, con la mente presente, in grado non solo di eseguire movimenti automatici ma anche di comprendere ciò che state facendo.

D'altronde, uno degli insegnamenti primari dello yoga è proprio il "qui ed ora" che potrete iniziare a sperimentare proprio sul tappetino, prima che nella meditazione.

Inoltre, solo così potrete accorgervi di come si comporta il vostro corpo, dei progressi fatti e dei punti sui quali dovrete ancora lavorare.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti